News AEFI

TORNA AGRITRAVEL & SLOW TRAVEL EXPO – FIERA DEI TERRITORI DAL 17 AL 19 SETTEMBRE 2021 AL POLO FIERISTICO DI BERGAMO IN VIA LUNGA.

Al via la 7a edizione della kermesse dedicata al turismo rurale, lento e sostenibile. 

  • Cammini, trekking, cicloturismo, itinerari in montagna e collina, vie d’acqua, percorsi spirituali e folklore al centro della proposta per operatori del settore e grande pubblico.
  • Novità 2021 il ‘Villaggio della montagna’ con impianti sportivi accessibili al pubblico: pista da sci di fondo, poligono di biathlon, pista kidstosnow per bambini, circuito pumptrack, circuito offroad in terra battuta, percorso di nordic walking, roller park.
  • Focus sui Giochi Olimpici e Paralimpici di Milano Cortina 2026 e un ricco programma di eventi dedicati al turismo in quota con la presenza, tra gli altri, della campionessa olimpica Michela Moioli e dell’atleta della nazionale italiana di sci alpinismo, Robert Antonioli.
  • Taglio del nastro venerdì 17 settembre ore 15 alla presenza delle autorità.
  • Accesso in Fiera con Green pass; possibilità di eseguire il tampone rapido anti Covid-19 in Fiera.
  • Numero Verde 800 599 444 per informazioni (tutti i giorni, dalle 8.30 alle 18).

Bergamo, 14 settembre 2021 – Torna Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori, tre giorni dedicati al turismo lento e sostenibile in programma dal 17 al 19 settembre alla Fiera di Bergamo.

La manifestazione, gratuita, aperta a tutti e in presenza (venerdì 17 settembre e sabato 18 settembre dalle 15 alle 22, domenica 19 settembre dalle 10 alle 19), è giunta ormai alla sua 7a edizione e si conferma un importante punto di riferimento per gli operatori del settore e per un pubblico – locale, nazionale e internazionale – sempre più in cerca di un modo di viaggiare all’insegna della qualità della vita, della sostenibilità e dell’ambiente: cammini, trekking, cicloturismo, itinerari in montagna e collina, vie d’acqua, percorsi spirituali e folklore per assaporare anche gli aspetti più intimi di un luogo legati alla sua cultura, alle sue eccellenze e al suo paesaggio.

Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori è organizzata da Ente Fiera Promoberg – supportata dai partner Banco BPM Credito Bergamasco e Intesa Sanpaolo – con il contributo di Regione Lombardia e il supporto di ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo e Camera di Commercio di Bergamo.

Al centro del progetto Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori la promozione delle bellezze dei territori, le destinazioni che questi offrono tra natura, arte, tradizioni e buon cibo, e la condivisione di nuove strategie d’azione in grado di superare le difficoltà generate dall’emergenza sanitaria da Covid-19 per rilanciare il sistema turistico. Grande attenzione è dedicata alla Montagna, intesa come un vero e proprio scrigno di natura, cultura ed enogastronomia da valorizzare e custodire, anche in vista della stagione invernale 2021/2022 e dei Giochi Olimpici e Paralimpici invernali di Milano-Cortina 2026, con le importanti ricadute in termini turistici, economici e di visibilità che un evento di risonanza globale come questo porta con sé.

Accanto a stand, dibattiti, incontri, workshop la novità dell’edizione 2021 è la presenza di un grande ‘Villaggio della montagna’, un’area esperienziale allestita negli spazi esterni del polo fieristico, che ospita esibizioni di atleti professionisti e, insieme, offre ai visitatori la possibilità di cimentarsi con una grande pista da sci di fondo, il poligono di biathlon, dossi e curve paraboliche per biciclette, skateboard e roller, circuito mountain-bike e percorso di nordic walking.

Vivere la Montagna – Enjoy the Mountains è il ricco programma di eventi dedicati alla montagna e al turismo in quota, protagonista della giornata di apertura di Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori. Venerdì 17 settembre dalle 16 alle 19 nell’area meeting interna incontri, presentazioni, dibattiti, esibizioni e workshop vedono coinvolti giornalisti, testimonial, atleti, esperti e operatori della montagna.

Dal 27 al 29 settembre la manifestazione si sposterà in rete con una seconda tappa online riservata agli operatori del settore turistico: associazioni, tour operator e tour organizer principalmente provenienti dall’Italia, ma anche da altri paesi europei ed extraeuropei.

LE PROPOSTE DI AGRITRAVEL & SLOW TRAVEL EXPO – FIERA DEI TERRITORI 2021
I riflettori su Agritravel & Slow Travel Expo– Fiera dei Territori 2021 si accendono venerdì 17 settembre alle ore 15 con il taglio del nastro alla presenza delle autorità. Un momento che si preannuncia significativo per l’intero settore turistico che, dopo essere stato duramente colpito dalla pandemia e dalle chiusure imposte per il contenimento del contagio, torna ad incontrarsi dal vivo in un contesto fieristico. Un appuntamento che segue di pochi giorni la Fiera di Sant’Alessandro (che ha registrato 35 mila presenze in tre giorni), con la quale la Fiera di Bergamo è tornata alla sua naturale funzione dopo essere stata trasformata per un anno e mezzo in ospedale da campo e centro vaccinale.

Dopo l’inaugurazione (con chiusura alle ore 22), la kermesse prosegue sabato 18 settembre dalle 15 alle 22 e domenica 19 settembre dalle 10 alle 19.

Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori 2021 propone tre giorni in cui il pubblico può apprezzare le risorse e le opportunità del turismo rurale, lento e sostenibile. Stand dedicati offrono ai visitatori l’opportunità di incontrare operatori del settore, enti, istituzioni e associazioni di promozione turistica, per conoscere le opportunità e le destinazioni dei territori con le loro ricchezze naturali, culturali, enogastronomiche.

Nell’area interna della Fiera di Bergamo 6.500 mq di spazi dedicati a:

  • Enogastronomia: con esperienze di show-cooking, degustazioni, presentazioni e vendita di prodotti tipici, a marchio e tipici.  
  • Montagna: con dibattiti, incontri, workshop e il nuovissimo ‘Villaggio della montagna’.
  • Cicloturismo e mobilità combinata: quale importante esperienza per vivere appieno i territori, e come leva strategica per lo sviluppo di un turismo sempre più a impatto zero.
  • Cammini: oggi più che mai una delle esperienze di viaggio slow capace di far vivere i luoghi in modo autentico e sostenibile.
  • Accessibilità: affinché il viaggio possa essere un’esperienza per tutti. Attenzione puntata sull’abbattimento di barriere architettoniche, culturali e sensoriali nelle località e nei luoghi di villeggiatura turistica.
  • Vie d’acqua: a testimonianza di quanto una buona gestione delle risorse idriche rappresenti un’opportunità per le economie locali in stretta sinergia con la buona qualità della vita e lo sviluppo di destinazioni turistiche.
  • Folklore: quale manifestazione del ricco patrimonio immateriale dei territori da salvaguardare. Musiche, danze, canti, abiti e dialetti per ridare lustro al patrimonio culturale ed espressivo dei territori.

SPAZIO SOSTENIBILITÀ: LE AREE PROTETTE LOMBARDE

Tra i contenuti della manifestazione un posto di primo piano è ricoperto dal tema della sostenibilità, declinato in vista del raggiungimento degli Obiettivi di Agenda ONU 2030 e nelle sue dimensioni ambientali, sociali ed economiche.

Per questo uno spazio specifico, promosso da Regione Lombardia in collaborazione con ERSAF Lombardia (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste) è dedicato al Sistema delle Aree Protette Lombarde che comprende, ad oggi, 24 parchi regionali, 105 parchi di interesse sovracomunale, 3 riserve naturali statali e 66 riserve naturali regionali, 33 monumenti naturali e 242 siti Rete Natura 2000. Un’occasione per dare visibilità ad un inestimabile patrimonio di ricchezze naturali, storiche e culturali, destinazioni ideali per un turismo slow che in Lombardia ha la possibilità di entrare in contatto con ambienti unici, dalla montagna alla pianura. Nei diversi stand presenti in questo spazio, attività didattiche per bambini e famiglie alla scoperta della ricca biodiversità del territorio e delle esperienze offerte dalle aree parco lombarde.

‘BERGAMO SLOW’: TRA SAPORI, NATURA E CULTURA

Le eccellenze della Bergamasca espresse attraverso la partecipazione delle principali realtà, associazioni e imprese del territorio si concentrano in un ampio spazio promosso dalla Camera di Commercio di Bergamo. L’area ‘Destinazione Bergamo Slow’ vede la partecipazione attiva di numerosi attori impegnati nella  promozione del territorio bergamasco, tra cui Visit Bergamo, PromoSerio, Visit Brembo, PromoIsola, Pianura da Scoprire, Infopoint Valle Imagna.

Uno spazio ad hoc è riservato al marchio ‘Bergamo, Città dei Mille…Sapori’, finalizzato alla valorizzazione e promozione delle eccellenze enogastronomiche del territorio e dei suoi produttori. Non solo uno spazio espositivo utile a conoscere i prodotti del marchio, ma un’area ricca di appuntamenti: show-cooking e degustazioni, eventi di intrattenimento, presentazioni, incontri con l’autore, laboratori didattici ed esibizioni.

FOLKLORE, RICCO PATRIMONIO IMMATERIALE

Un’attenzione particolare è rivolta al folklore e alle tradizioni locali, patrimonio immateriale del territorio fatto di abiti, cibo, danze e canti della tradizione. Tante le attività di animazione e scoperta del patrimonio immateriale del Bel Paese, della Bergamasca e della Lombardia, che nei tre giorni troveranno spazio all’interno delle piazze del folklore. Grazie alla collaborazione con la Federazione Italiana Tradizioni Popolari (FITP), e al mondo delle Pro Loco con la partecipazione attiva di Unione Nazionale Proloco d’Italia (UNPLI) della Lombardia.

REGIONI D’ITALIA

Numerosi gli stand che raccontano le bellezze delle destinazioni turistiche italiane, con operatori ed enti di promozione del territorio di Veneto, Emilia-Romagna, Marche, Toscana, Molise, Puglia, Calabria e Sicilia. Da Nord a Sud sono presenti, tra gli altri, Garda South Cycling, Strada di Leonardo, Confcommercio Pesaro Urbino, Bologna Welcome, Le Stagioni di Ostuni, Valle d’Itria e A Sud Est dalla Puglia.

AREA INTERNAZIONALE

Infine, non mancano le rappresentanze internazionali di paesi come Giappone, Marocco, Turchia e Portogallo. In particolare lo stand del Giappone, animato da una decina di realtà, intende raccontare e valorizzare le arti lente giapponesi e la cultura del paese attraverso dimostrazioni di pittura Sumi-e, l’esecuzione di massaggi Shiatsu, laboratori di arti tipiche giapponesi (Ikebana, Kintsugi, Origami), l’arte del Bonsai, show-cooking di cucina tradizionale, il racconto letterario di viaggi all’interno della cultura nipponica, la storia e l’esperienza olistica del paese del Sol Levante.

IL ‘VILLAGGIO DELLA MONTAGNA’: PISTA DA SCI E IMPIANTI ESTERNI Novità 2021 di Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori è il ‘Villaggio della montagna’, un’area esperienziale che, oltre ad ospitare le esibizioni di sportivi professionisti, offre a tutti i visitatori l’emozione di cimentarsi, con l’assistenza di personale qualificato, in attività outdoor più o meno note. 8.000 mq di impianti sportivi di grande impatto:

  • Pista da sci di fondo in materiale Neveplast: 54 metri di lunghezza per 15 metri di larghezza, equipaggiata da binari laterali – per la tecnica classica – lunghi 42 metri. Neveplast è uno speciale materiale plastico che simula la sciata sulla neve naturale.
  • Pista kidstosnow: una pista da sci per l’approccio allo sci dei più piccoli.
  • Poligono biathlon: spazio dedicato predisposto all’interno del circuito di sci di fondo.
  • Circuito pumptrack: una pista adatta a tutti gli sport che prevedono ruote e rotelle, composta da dossi e curve paraboliche dallo sviluppo lineare di 71 metri. Il circuito sarà utilizzato per simulazioni di snowboard e da roller skaters.
  • Circuito offroad in terra battuta per il test drive di MTB ed E-bike, dove saranno organizzate mini-competizioni di trail running e mountain-bike. Qui sarà possibile testare ausili per persone diversamente abili, tra cui handbike da fuori strada e carrozzine offroad.
  • Percorso di nordic walking: per l’approccio alla sempre più diffusa pratica della camminata nordica, accompagnati da istruttori qualificati.
  • Roller park: uno spazio dedicato ai pattini a rotelle.

Nei tre giorni di Fiera è prevista la partecipazione di sportivi e atleti delle diverse discipline proposte oltre alla presenza dell’Esercito italiano con il Comando Truppe Alpine e le sue eccellenze legate alle attività di montagna –  i Centri Settore Meteomont (servizio per la prevenzione e previsione del pericolo valanghe) e le squadre di Soccorso Alpino militare – , oltre a quella del servizio di Assistenza sulle piste da sci e del Centro Sportivo Esercito, un’eccellenza dello sport italiano nelle discipline invernali.

FOCUS: ‘VIVERE LA MONTAGNA’, VERSO MILANO-CORTINA 2026. Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori 2021 è anche Vivere la Montagna – Enjoy the Mountains, una maratona di incontri, presentazioni, e dibattiti dedicati alla montagna che vedono protagonisti giornalisti, testimonial, atleti, esperti ed operatori del settore, che si avvicendano sul grande palco allestito all’interno della Fiera. 

Numerosi gli appuntamenti in programma per venerdì 17 settembre (dalle 16 alle 19). Tra questi:

  • Verso le Olimpiadi Milano-Cortina 2026: momento dedicato ai Giochi Olimpici e Paralimpici invernali Milano-Cortina 2026 con un focus su opportunità e benefici.
  • SBX (Snowboard Cross), l’evoluzione della disciplina dello Snowboard Cross con la presenza della campionessa olimpica Michela Moioli, bergamasca d’origine, insieme a Cesare Pisoni, Sofia Belinghieri, Filippo Ferrari, Cristian Belingheri.
  • SKIMO, lo Sci d’alpinismo: incluso tra gli sport olimpionici invernali proprio a partire da Milano-Cortina 2026 con la presenza di Robert Antonioli, atleta valtellinese della nazionale italiana e squadra Centro Sportivo Esercito. Sei ori ai mondiali di Sci alpinismo, Sette ori nei campionati italiani, Tre ori agli europei, quattro coppe del mondo. Sarà presente anche William Boffelli, atleta bergamasco di Roncobello della nazionale di Ski Mountaineer e di Skyrunning. Detentore di diversi record, come l’ascesa al pizzo Diavolo di Tenda da Carona, e vincitore di numerose competizioni di skyrunning.
  • Outdoor, focus sulla valorizzazione del turismo d’Alta Quota come opportunità per le economie locali e per riscoprire le bellezze dei luoghi montani. In particolare, focus su trekking e trail running con l’intervento del campione bergamasco Mario Poletti, che presenterà la gara Orobie Skyraid, che a luglio in Val Seriana ha registrato 650 partecipanti e una giornata di grande affluenza in tutta la valle.
  • Tutti in quota! La montagna accessibile per tutti: un confronto tra enti e operatori, pubblici e privati, sull’accessibilità in montagna. In questo contesto, è previsto anche un focus sulle paralimpiadi.
  • Montagna su due ruote. MTB e E-bike sono sempre più diffuse: obiettivo puntato su ciclovie e percorsi adatti sia alle famiglie che ai più esperti.

LA CONSEGNA DEL RICONOSCIMENTO A SACBO DI IMPRESA “AMICA DELLA BICICLETTA”.

L’Aeroporto ‘Il Caravaggio’ di Bergamo negli anni è diventato una vera e propria porta di accesso di livello internazionale per un ampio territorio, al quale intende collegarsi con una rete sempre più solida di connessioni nell’ottica dell’intermodalità e della mobilità sostenibile.

Lo scalo, al centro di una rete europea di piste ciclabili che gli appassionati delle due ruote possono facilmente raggiungere proprio a partire da Bergamo, dispone di una ciclovia che collega l’aerostazione con i principali luoghi di interesse del territorio tra cui la stazione dei treni della città.

SACBO, la società che gestisce lo scalo bergamasco, ha implementato inoltre una serie di politiche ‘bike friendly’ e di azioni specifiche volte a favorire la mobilità in bicicletta da e per l’aeroporto nell’ottica della sostenibilità, pratiche virtuose da condividere con altri aeroporti nel mondo e in grado di rafforzare la competitività de ‘Il Caravaggio’.

A partire da tutto ciò, SACBO ha ottenuto il certificato di Cycle Friendly Employer, ovvero di ‘Impresa Amica della Bicicletta’, rilasciato da ECF European Cyclists’ Federation, la Federazione Europea dei Ciclisti. È la prima azienda in Italia ad ottenere questo riconoscimento, che giunge proprio durante la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile e che sarà consegnato nell’ambito di Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori 2021 (venerdì 17 settembre, ore 18.30).

Dopo la verifica dei requisiti richiesti da parte dalle principali organizzazioni di riferimento del mondo della bicicletta – a livello nazionale (FIAB Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta) ed europeo (ECF) – sarà lo scalo stesso, nei prossimi mesi, a ricevere la certificazione. Un percorso mai sperimentato in Italia, che ha come punto di arrivo l’ottenimento da parte de ‘il Caravaggio’ del titolo di primo aeroporto ‘Bike Friendly’ d’Italia e d’Europa.

La cerimonia di consegna del certificato Cycle Friendly Employer a SACBO è l’atto conclusivo di un confronto sul tema della ciclo mobilità (venerdì 17 settembre, ore 18) a cui partecipano: Klaus Ehrlich Segretario Generale Ruraltour, Valeria Lorenzelli Direttrice FIAB (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta), Francesco Baroncini ECF (European Cyclist Federation). Giovanni Sanga, Presidente SACBO.

Nel corso degli anni l’aeroporto di Bergamo ha conosciuto una evoluzione continua crescendo in termini di infrastrutture e servizi, preparandosi a inaugurare in autunno la nuova sezione dell’aerostazione a ovest che si raccorderà alla futura stazione capolinea del collegamento ferroviario – dichiara Giovanni Sanga, presidente di SACBO – Il percorso ciclopedonale di collegamento all’aeroporto, che permette di raggiungere i rami della rete ciclabile territoriale, ma soprattutto destinato a connettersi alle future e importanti arterie ciclabili interregionali, ci permette di espandere il concetto di multimodalità introdotto in una visione allargata della fruibilità e accessibilità dello scalo. Siamo orgogliosi del riconoscimento che la Federazione Europea dei Ciclisti assegna a SACBO, che intende favorire la mobilità in bicicletta come mezzo di turismo, per il tempo libero e il lavoro”.

IL PROGETTO WHP (WORKPLACE HEALTH PROMOTION): SALUTE E LUOGHI DI LAVORO, IL CONVEGNO DI CONFINDUSTRIA BERGAMO.

Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori 2021 ospita il convegno di Confindustria Bergamo dedicato al programma WHP (Workplace Health Promotion), da anni importante strumento di promozione di stili di vita sani sul luogo di lavoro (venerdì 17 settembre, ore 15.30). Un’occasione per le imprese aderenti di confrontarsi su questo tema e condividere buone pratiche efficaci per il miglioramento della salute e la prevenzione delle malattie croniche attraverso la promozione di cambiamenti organizzativi nei luoghi di lavoro. Partecipano: Luca Dubbini Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Bergamo, Giuliana Rocca Promozione della Salute ATS Bergamo, Giuseppe Togni Sindaco di Cavernago, Hanes Italy Srl, Vittorio Oberti Assessore allo Sport del comune di Almenno San Bartolomeo, ABB Spa.

LE DICHIARAZIONI DI ORGANIZZATORI E PARTNER

Fabio Sannino, Presidente Ente Fiera Promoberg: “L’edizione 2021 di Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori torna a far incontrare dal vivo gli operatori del turismo, che alla Fiera di Bergamo possono così impostare la ripartenza del settore dopo i mesi difficili della pandemia. Da un lato c’è tutta una filiera, spesso composta da piccole realtà, che è stata duramente colpita da un anno e mezzo di chiusure e limitazioni, dall’altro c’è il bisogno di tornare a viaggiare, di conoscere le bellezze dei territori e di vivere il tempo libero con le più svariate attività tra natura, sport ed enogastronomia. Il valore aggiunto di Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori sta anche nella capacità di intercettare alcune tendenze che si sono andate sempre più consolidando negli ultimi anni e che hanno subito una vera e propria accelerazione nel periodo pandemico. Il desiderio delle persone di un turismo a ritmi lenti, che consenta di stare a contatto diretto con le bellezze naturali e con le ricchezze del territorio in modo che il tempo libero sia anche occasione di rigenerazione dagli spazi stretti e dai ritmi frenetici della quotidianità delle nostre città. L’intento di Ente Fiera Promoberg, dunque, non è solo assicurare al territorio una ricaduta economica positiva, ma anche quella di promuovere una ripartenza nel segno di una vera sostenibilità”.

Maria Paola Esposito, Segretario Generale Camera di Commercio di Bergamo: “La seconda fiera che viene organizzata nei padiglioni della Fiera di Bergamo ci conferma la piena operatività del polo fieristico bergamasco dopo i tanti mesi di blocco forzato. Anche le attività turistiche nel loro complesso hanno ripreso il loro corso verso la normalità e raggiungeranno presto il pieno regime. Tra tutte, le tipologie di turismo trattate da Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori saranno quelle che cresceranno maggiormente perché la pandemia ci ha fatto apprezzare il contatto con la natura e la vita all’aria aperta. Il turismo lento è la chiave per apprezzare con ritmi naturali le semplici bellezze che spesso passano inosservate davanti ai nostri occhi a causa dei ritmi frenetici che ormai si sono imposti nella vita moderna. Questa iniziativa risponde proprio al bisogno di natura e pace che c’è in ciascuno di noi.”

Lara Magoni, Assessore al Turismo, Marketing Territoriale e Moda di Regione Lombardia: “La rinascita del turismo passa attraverso la valorizzazione delle eccellenze della nostra Lombardia. La riscoperta dei territori, tra arte, tradizioni, cultura ed enogastronomia, è un segnale importante per proporre ai visitatori un’offerta variegata e differenziata. Un ritorno alle origini, ai sapori semplici e genuini che premia realtà autentiche, a cominciare dalla Bergamasca, grazie alle sue montagne e ai prodotti agroalimentari. Esperienze uniche che la Lombardia regala quotidianamente ai viaggiatori: in tal senso, l’impegno di noi amministratori deve essere diretto ad individuare strategie che possano armonizzare la voglia di conoscere, scoprire ed esplorare con un turismo sostenibile ed accessibile. In grado di tornare, dopo un periodo davvero difficile, ad essere attrattivo a livello internazionale”.

Fabio Rolfi, Assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi di Regione Lombardia: “Agroalimentare, montagna, aree protette. Sono le parole chiave per il turismo dei prossimi anni, anche in considerazione delle rinnovate esigenze dei turisti dettate dalla pandemia. Regione Lombardia ha stanziato 10 milioni di euro per i progetti di rilancio delle aree protette lombarde, per progetti e opere volti alla tutela dell’ambiente, alla salvaguardia delle risorse naturali, al mantenimento di strutture e infrastrutture e al recupero di aree degradate. Vogliamo affrontare in prima linea le sfide legate al benessere e alla biodiversità urbana, agli effetti della crisi climatica e del dissesto idrogeologico, promuovendo al contempo i prodotti agroalimentari del territorio come valore aggiunto ed elemento di attrattività”.

Giovanni Malanchini, Consigliere Segretario dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale della Lombardia:“Regione Lombardia saluta con enorme soddisfazione questa edizione 2021 di Agri Travel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori, l’ennesima dimostrazione della gran voglia di ripartire e di tornare alla vita di sempre della nostra gente, abituata a guardare avanti e a darsi da fare giorno per giorno. Ecco perché abbiamo voluto sostenere concretamente questa Fiera, sia con il patrocinio sia con un contributo economico, a dimostrazione dell’attenzione e della vicinanza di Regione Lombardia ai nostri territori. In questi ultimi anni il sostegno regionale al comparto turistico non è mancato e si è fatto via via più concreto per far fronte all’emergenza Covid-19. Un plauso quindi alla caparbietà e alla visione degli organizzatori di questa edizione 2021. Da parte sua, Regione continuerà a stimolare una sinergia quanto più stretta tra il comparto turistico e le amministrazioni locali, per aumentare l’attrattività turistica ed economica dei nostri territori e costruire insieme con ottimismo il futuro del post-emergenza”.


27-29 SETTEMBRE 2021: AGRITRAVEL ONLINE PER GLI OPERATORI DEL SETTORE
Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori 2021 prosegue online dal 27 al 29 con una seconda tappa riservata agli operatori del settore turistico locali, nazionali e internazionali, ai quali viene offerta la partecipazione a un ricco programma di convegni e workshop B2B online dedicati ad ogni aspetto della filiera del viaggio.

In particolare:

  • Lunedì 27 settembre 2021: apertura evento B2B con Celebrazione della Giornata Mondiale del Turismo. La prima edizione del 2020 ha generato più di 130 contributi provenienti da tutto il mondo.
    • Martedì 28 e mercoledì 29 settembre 2021: workshop B2B online tra buyer e seller. In questa edizione saranno circa una sessantina i buyer presenti, tra associazionismo e intermediato, tour operator e tour organizer, principalmente provenienti dall’Italia, ma anche da altri paesi europei ed extraeuropei, con particolare riferimento al mercato americano. Un’importante opportunità per mantenere vivi i contatti con i mercati di riferimento e sviluppare proficue collaborazioni in vista della ripartenza delle nuove stagioni turistiche.


INGRESSI E ORARI

L’accesso ad Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori 2021 è gratuito per tutte e tre le giornate (prenotazione fortemente consigliata). Orari di apertura: venerdì 17 settembre 15-22 (taglio del nastro alla presenza delle autorità alle ore 15). Sabato 18 settembre 15-22, domenica 19 settembre 10-19.

INGRESSO CON GREEN PASS E PRENOTAZIONE

La sicurezza di visitatori ed espositori è al centro dell’attenzione degli organizzatori di Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori 2021, dove è garantita l’applicazione delle norme anti Covid-19 e l’adozione di rigorose misure di prevenzione in tutti gli spazi, interni ed esterni, che ospiteranno le diverse attività in programma.

Per accedere alla Fiera è necessario essere in possesso di Green pass, la Certificazione verde Covid-19 introdotta dal decreto Legge n. 105 del 23/07/2021 e rilasciata dal Ministero della Salute. Sono esenti dall’obbligo di presentazione del Green pass i bambini sotto i 12 anni.

È possibile sottoporsi a tampone anti Covid-19 direttamente in Fiera, in una struttura dedicata, allestita in prossimità dell’Ingresso principale. Il servizio, a pagamento (costo 15 euro), è curato da Humanitas Gavazzeni e Cooperativa OSA Operatori Sanitari Associati. In caso di esito negativo (valido 48 ore), sarà possibile accedere ai locali della Fiera.

Dal momento che in Fiera possono essere presenti al massimo 5 mila visitatori contemporaneamente, è fortemente consigliata (anche se non obbligatoria) la prenotazione. È possibile prenotare sia online sul sito www.bergamofiera.it che telefonicamente al Numero Verde 800 599 444 (tutti i giorni, dalle 8.30 alle 18). Al termine della prenotazione online, l’utente riceverà una mail di conferma con cui accedere direttamente ai tornelli d’ingresso.

Oltre a quello del Polo Fieristico di Via Lunga è a disposizione il parcheggio P3 dell’aeroporto di Orio al Serio, collegato con una navetta gratuita alla Fiera. Un servizio in collaborazione con SACBO.

Gli ingressi in Fiera saranno regolati; si accederà ai padiglioni del polo fieristico attraverso tornelli di sicurezza che disciplineranno il flusso di entrata delle persone in modo da garantire il rispetto del numero massimo consentito di visitatori per ciascun ambiente. Vi sarà un costante monitoraggio dell’afflusso del pubblico e per assicurare il necessario distanziamento sarà impiegato personale dedicato (steward).

Anche nei punti di ristoro sarà garantito il corretto spazio tra i tavoli e la sanificazione delle postazioni. All’ingresso saranno posizionati termo scanner facciali per rilevare la temperatura corporea. È vietato l’ingresso in Fiera con una temperatura superiore ai 37,5°.

Tutti gli ambienti e le aree espositive della Fiera saranno sanificati ogni giorno; sarà garantito il ricambio continuo d’aria e messi a disposizione colonnine di gel igienizzante. Le corsie e gli spazi tra gli stand sono stati ampliati per agevolare il rispetto del distanziamento sociale. La mascherina è obbligatoria sia negli spazi interni che nelle aree esterne della Fiera.

Newsletter

ultimi tweet