News AEFI

RIMINI FIERA: IL FATTURATO 2008 REGISTRA UN AUMENTO DEL 13,6%

Il
fatturato consolidato del Gruppo Rimini Fiera
ha sfiorato i
100 milioni di euro (di cui 77 originati dal business fieristico –
congressuale), in crescita del 13,6% sul 2006, anno di comparazione utile per
la presenza delle stesse manifestazioni. Il margine operativo lordo ha toccato
quota 23,1 milioni di euro migliorando il risultato eccezionale del 2006. L’utile ante imposte
e’ stato di 5,7 milioni di euro.

Per
quanto riguarda la capogruppo, Rimini Fiera Spa, il fatturato 2008
è stato di 64 milioni di euro (+ 11% sul 2006) con un mol di 19,6 milioni di
euro (- 5,4% sul 2006).

In totale nel 2008, Rimini Fiera Spa, ha
registrato 13.330 espositori (12.032 nel 2006), 1.725.563 visitatori (1.198.756
nel 2006) e 1.270.328
metri quadrati venduti (1.126.164 nel 2006).

“E’ davvero – dice il presidente di Rimini
Fiera, Lorenzo Cagnoni –
un risultato straordinario quello registrato nel
2008. Un risultato che, tra l’altro, mantiene la nostra redditività come la più
alta tra quella di tutte le fiere italiane. Nonostante nel secondo semestre
2008 si fossero avvertite le prime avvisaglie della crisi già in atto sui
mercati internazionali, siamo riusciti ad intercettare le criticità ed oggi
siamo di fronte agli ottimi numeri che presentiamo. Il risultato è comunque già
alle spalle, lo commentiamo con le parole positive che merita ma lo archiviamo
pronti a misurarci con un periodo di estrema complessità a livello mondiale”.

 

I dati sono stati annunciati nel corso di un
incontro con la stampa locale svoltosi contestualmente ad una visita guidata
sul cantiere del nuovo Palacongressi di Rimini i cui lavori di costruzione sono
coordinati dal Gruppo Rimini Fiera e proseguono nel rispetto del
cronoprogramma.

 

Il nuovo Palacongressi di Rimini sarà inaugurato
entro il 2009 e sorgerà su un’area di 38.000 mq, la stessa che fino al 2001 è
stata sede del vecchio quartiere fieristico. Il progetto è dell’architetto
Volkwin Marg dello Studio GMP di Amburgo (lo stesso del nuovo quartiere
fieristico), una tra le 15 maggiori firme globali dell’architettura contemporanea
mondiale. L’investimento è complessivamente di circa 110 milioni di euro e la
cifra comprende il valore dell’area su cui sta sorgendo la struttura (95
milioni la costruzione, 16 milioni valore area).

Al massimo della capienza, il nuovo sito congressuale
conterà su 42 sale e 9.300 sedute. L’altezza del corpo principale sarà di 23 metri; di grande
impatto la sala anfiteatro da 1600 posti. La sala più ampia potrà ospitare
4.700 convegnisti. 1.000 posti auto interrati.

Del progetto del nuovo Palacongressi di Rimini
risalta la flessibilità d’utilizzo, con possibilità di ospitare numerosi eventi
in contemporanea, la modularità degli spazi congressuali ed espositivi, l’alta
dotazione di parcheggi interrati e l’attenzione per l’ambiente. La struttura è
caratterizzata da due corpi principali collegati da un sistema di foyer con
relativi servizi e da tre ingressi. Le aree calpestabili sono di circa 29.000
mq.

Il primo corpo ha da due piani ed un’altezza
massima di 23 metri.
Al piano terra il foyer d’ingresso (circa 4.000 mq), rivolto in direzione mare.
Al primo piano la conchiglia-anfiteatro da 1.600 posti con poltrone fisse,
suddivisibile in due sale da 800 sedute.

Il secondo corpo, posizionato alle spalle del
primo, collegato ed integrato tramite il foyer, contiene la sala principale
(4.700 posti), a sua volta suddivisibile fino a otto sale autonome.
Complessivamente, il nuovo Palacongressi di Rimini potrà offrire una capienza
di 42 sale e 9.300 sedute. All’interno della struttura vi saranno anche i nuovi
uffici del Convention Bureau della Riviera di Rimini.

La dotazione di parcheggi è la più alta tra quelle delle location
congressuali europee e alla fine dell’intervento, con la costruzione del
previsto Auditorium Musica, sarà di circa mille posti auto, suddivisi in due
eguali spazi sotterranei, disposti al di sotto delle due aree di intervento
(Palacongressi ed Auditorium). Un tunnel già realizzato collegherà, incrociando
via della Fiera, le due aree parcheggio. E’ previsto anche un terminal per 10
bus e spazi di sosta temporanea per i pullman. Sempre sul fronte del trasporto
di persone, sarà allestito presso il Palacongressi un capolinea delle linee di
autobus dell’azienda pubblica di trasporti. In generale, il progetto disegna
ampie vie di scorrimento all’interno del perimetro circostante il Palazzo dei
Congressi e l’Auditorium, così da rendere massimamente fluida la circolazione
sulla viabilità ordinaria.

 

Newsletter

ultimi tweet