News AEFI

Presentata Caccia Pesca Natura Digital, da oggi online forum e vetrina virtuale dei prodotti, attrezzature e servizi per la caccia e la pesca sportiva

Sarà l’Assessore Cristiano Corazzari a dare il via all’attività convegnistica del Forum con l’evento inaugurale di giovedì 3 giugno alle ore 15 dedicato alla formazione!

Oggi con una presentazione online è stato annunciato il nuovo progetto di Longarone Fiere Dolomiti “CACCIA PESCA NATURA DIGITAL” e realizzato con il contributo significativo della Provincia di Belluno: https://forum.caccia-pesca-natura.it.

Per il Presidente della Provincia di Belluno, Roberto Padrin “c’è bisogno di mantenere viva quella che è la nostra attività e all’interno di questo contesto Caccia Pesca e Natura, che lo scorso anno non si è potuta svolgere, in questa versione digital rappresenta un’importante occasione di confronto su diverse tematiche”.

Un forum ma anche vetrina di prodotti, attrezzature e servizi per la caccia e la pesca sportiva, aperta alle aziende che intendono approfittarne – sottolinea il Presidente di Longarone Fiere Dolomiti, Gian Angelo Bellati – perché quando torneremo in presenza, questa esperienza digitale potrà essere riutilizzata come strumento complementare alla fiera in presenza. Nelle fiere più complesse ed importanti contiamo anche di attivare un servizio di promozione della vendita dei prodotti per gli espositori digitali, non soltanto durante i giorni di fiera, ma per tutto l’anno che segue. Questi strumenti possono diventare quindi utili per dare un servizio in più alle nostre imprese”.

Il Consigliere provinciale con delega alla Caccia e alla Pesca, Franco De Bon, nel ripercorrere la nascita di questa manifestazione fieristica, dagli albori di Villa Pat, prima sede della Festa del Cacciatore, mette in evidenza come proprio il confronto tra la Provincia e Longarone Fiere abbia permesso di “comprendere a fondo che queste due attività, la caccia e la pesca, sono possibili qualora ci sia una Natura gestita in maniera corretta. Quest’anno il tema più importante e stimolante, su richiesta degli stessi utenti, sarà la formazione”. In chiusura il consigliere De Bon ha voluto ricordare la scomparsa dell’amico Giuseppe (Bepi) Tormen, da sempre l’anima dell’aspetto Natura della fiera con importanti esposizioni a Longarone, e al quale la Provincia di Belluno e Longarone Fiere Dolomiti hanno voluto intitolare un nuovo Concorso di fototrappolaggio naturalistico, grazie anche al supporto dei Distretti Venatori.

Madrina del concorso è la moglie di Tormen, Silvana De Col che ci racconta come “proprio con l’ausilio del fototrappolaggio, Bepi ha potuto portare avanti numerose ricerche scientifiche e monitorare così in Provincia di Belluno animali selvatici come il lupo, il gatto selvatico, ma anche il gufo reale, l’aquila reale e molti altri. Bepi è stato per molti anni promotore dell’associazione naturalistica Gruppo Natura Bellunese, ricoprendone la carica di presidente per otto anni. In questi anni abbiamo sempre collaborato con la manifestazione Caccia Pesca e Natura con vari temi a carattere divulgativo naturalistico. Ultima di tutti è stata l’esposizione a cura del Cai Grandi Predatori con il ritorno dell’orso, della lince, del gatto selvatico, dello sciacallo e soprattutto del lupo. Bepi si è occupato inoltre per oltre 40 anni di recupero rapaci feriti, collaborando con la Provincia, ottenendo buoni risultati per il loro rilascio, e fornendo anche consulenze in varie forme a livello naturalistico”.

“Un concorso quindi che consente di raccogliere – precisa dall’Ufficio Caccia e Pesca della Provincia Loris Pasa – le immagini e i video di animali selvatici ripresi nel territorio bellunese nel loro contesto naturale, che documentino delle particolarità, delle specie rare o dei comportamenti curiosi dei selvatici. Un’edizione speciale questa Digital che ci ha permesso di ampliare il nostro orizzonte di interesse con questi nuovi strumenti consentendoci di trasmettere comunque una rappresentazione della realtà nella quale viviamo, una realtà faunistica molto ricca e variegata”.

A rappresentare i Distretti Venatori della Provincia di Belluno è intervenuto Armando David che ha messo l’accento sull’importanza della formazione nel mondo venatorio in quanto ha permesso sicuramente di riqualificare la figura del cacciatore di montagna, il cacciatore bellunese: “è presente tutto l’anno sul territorio e rappresenta un bagaglio tecnico che non può essere messo da parte”.

Mentre il Presidente della Federazione dei Bacini di Pesca bellunesi, Filippo Sitran ci fa sapere che “siamo ad un anno zero perché a breve, nel momento in cui entrerà in vigore la nuova carta ittica, anche il pescatore dovrà assumere un ruolo diverso all’interno della gestione della fauna ittica, sempre più da protagonista e attraverso una formazione che permetta di conoscere e trattare le specie nel migliore dei modi”.

Ed è proprio di questi giorni la firma di una convenzione con la Fondazione Edmund Mach, Ente funzionale della Provincia Autonoma di Trento, per formare i cacciatori rispetto al nuovo ruolo che devono assumere in riferimento alle esigenze faunistico-ambientali che ci sono in Provincia di Belluno.

In particolare il Coordinatore dell’Accademia Ambiente Foreste Fauna del Trentino, Ettore Zanon ha voluto oggi evidenziare alcuni aspetti fondamentali dello spirito formativo alla base del percorso proposto da F.E.M. dove emerge chiaramente come la conoscenza tecnica porti con sé sempre una crescita di altro tipo: “più si conosce e più si è consapevoli di cosa non si sa. E questo l’ho visto anche nella caccia e nella pesca”. La formazione quindi diventa la chiave di volta nell’evoluzione del ruolo del pescatore e del cacciatore nella società.

L’appuntamento è quindi per giovedì prossimo, 3 giugno alle ore 15.00, in diretta streaming sul sito https://forum.caccia-pesca-natura.it con il via ufficiale dell’attività convegnistica del Forum sul tema proprio della formazione e l’intervento dell’Assessore regionale Cristiano Corazzari.

Longarone, 28 maggio 2021

Newsletter

ultimi tweet