News AEFI

OTTIMO RISULTATO PER LA PRIMA EDIZIONE VIRTUALE DI AGRI & SLOW TRAVEL EXPO – FIERA DEI TERRITORI

Con 120 espositori, 800 incontri business tra operatori, 30.300 visitatori e 234 eventi, la fiera internazionale del turismo lento, sostenibile e green di Promoberg decreta il successo dell’ente anche sul digitale.

Promossa a pieni voti la prima edizione digitale di Agri travel & Slow travel expo (AT&ST) – Fiera dei Territori, manifestazione internazionale di Promoberg dedicata al turismo lento, sostenibile e green protagonista sul web da giovedì 24 a domenica 27 settembre 2020. Le circa 30.300 visite online durante il week end (dedicato al grande pubblico) hanno infatti confermato il buon andamento delle due giornate precedenti riservate agli operatori (enti, associazioni, imprese, agenzie e consorzi di promozione turistica), con webinar e workshop tra buyers e sellers che hanno generato in totale circa 800 incontri B2B per operatori, ma non solo.

Nel dettaglio, la giornata con più visite online è stata quella di domenica (16.060 utenti e 57.008 pagine  totali visualizzate); buon risultato anche per il sabato (14.238 utenti e 49.017 pagine totali visualizzate). Complessivamente da inizio agosto le piattaforme delle manifestazioni hanno registrato 84.426 utenti e un totale di 243.552 pagine visualizzate.

Centoventi gli espositori partecipanti (90 diretti più 30 rappresentati), in rappresentanza di quattro continenti.  Oltre la metà quelli battenti bandiera italiana, il 22,5% Europa e il 24,5% Mondo. Lombarda la rappresentativa più folta (31 espositori), con Bergamo al primo posto (18 realtà). Quattro i padiglioni allestiti che raccontavano le bellezze delle realtà locali, regionali, nazionali, europee ed extraeuropee  presenti. Video, racconti e fotografie hanno allietato la scoperta delle eccellenze dei Territori. In questo contesto, particolarmente apprezzata l’area di Enit, Agenzia Nazionale del Turismo, che attraverso 20 schermi interattivi ha presentato scorci unici delle 20 Regioni italiane e, con numerosi video, ha raccontato le eccellenze del nostro Bel Paese.

Grande successo per il ricco calendario di eventi, con un totale di ben 234 appuntamenti. Il capitolo più corposo ha riguardato i video broadcasting: 133, per la quasi totalità provenienti da tutto il mondo per celebrare, domenica 27 settembre, la Giornata Mondiale del Turismo. Venti invece gli appuntamenti in diretta sulla pagina Facebook @AgrieSlowtravelexpo con contenuti di intrattenimento (interviste, racconti, video, laboratori, musica); 24 gli webinar (su piattaforma Zoom e con Live Streaming); 57 infine i video streaming, realizzati da sponsor, partner ed espositori per la valorizzazione e la sponsorizzazione delle bellezze ed eccellenze dei nostri territori, italiani e del mondo. Sul portale della fiera anche il docu-film di Alberto Nacci (con la narrazione affidata allo storico dell’arte Giovanni Valagussa) dedicato ad alcune delle principali opere lasciate sul nostro territorio dalla nota famiglia di frescanti e pittori in oltre due secoli di attività sul territorio bergamasco e trentino.

Da evidenziare il grande interesse (confermato da migliaia di visualizzazioni) per i contributi (live, webinar e registrati) che hanno coinvolto la maggior parte degli espositori e partner. Affascinanti le esperienze proposte live da Giappone, Turchia e da diversi Paesi europei. Di notevole interesse anche le dirette live o registrate dagli operatori della Bergamasca: Camera di Commercio di Bergamo (con la promozione dei territori e dei prodotti a marchio “Bergamo, Città dei Mille…sapori”), VisitBergamo, Promoserio, InValCavallina, VisitBrembo, Pianura da Scoprire, Consorzio degli operatori di Bergamo, Terre del Vescovado, PromoIsola, Comunità Valle Imagna, Ascom Bergamo, Coldiretti, Confcooperative. Grazie alla collaborazione con la FITP, Federazione Italiana Tradizioni Popolari e ai suoi numerosi video/dirette è stato possibile valorizzare anche il prezioso patrimonio immateriale del nostro Bel Paese.

Notevole anche il traffico sull’area della piattaforma dedicata agli operatori (B2B), che ha generato circa 550 incontri e molti scambi commerciali, confronti e proficue collaborazioni, gettando (ed è questo uno degli obiettivi primari di ogni manifestazione Promoberg) le basi per lo sviluppo di importanti progetti futuri.

Organizzata da Ente Fiera Promoberg, la fiera digitale ha potuto contare sull’importante sostegno di un team di grande prestigio: Enit – Agenzia Nazionale del Turismo, Aeroporto Milano Bergamo BGY, Regione Lombardia, Camera di Commercio di Bergamo, VisitBergamo, Banco Bpm Credito Bergamasco, Ubi Banca.

“La digitalizzazione delle Fiere, a seguito dell’improvviso dilagare della pandemia, è passata dall’essere una mera opportunità ad una vera e propria necessità – commenta il Presidente di Promoberg Fabio Sannino -. Promoberg ha subito accettato la sfida imposta dalla nuova contingenza sanitaria ed ha organizzato in pochissimo tempo quella che non solo è stata la sua prima fiera digitale, ma anche la prima fiera in assoluto che in Italia si è svolta con questa nuova modalità. I risultati raggiunti ci convincono di aver intrapreso la strada giusta. Una strada che non diverrà certo alternativa a quella del tradizionale incontro fisico tra gli operatori, gli espositori ed il pubblico, ma che si affiancherà ad essa integrando ed arricchendo sempre più i format classici con la forza e la velocità della comunicazione digitale che consente di arrivare in tempo reale in tutto il mondo. E proprio per questo intuibile motivo la componente digitale delle fiere diverrà un aspetto ricorrente ed in costante crescita soprattutto per le fiere internazionali”

“Siamo molto soddisfatti per un risultato che non era per nulla scontato – spiega Stefania Pendezza – project manager della manifestazione -. Le moltissime visualizzazioni da parte degli operatori del settore e degli appassionati ci ripaga del notevole sforzo organizzativo. Un risultato che premia Promoberg ma anche tutti i nostri partner e le realtà che hanno creduto nel nostro innovativo progetto. Allestire una fiera digitale non significa mettere semplicemente in rete dei contributi video. Si tratta di allestire online una vera e propria fiera “fisica”, ma con molti contributi in più. Tra i temi più cliccati citiamo quelli della mobilità combinata (ne è un bell’esempio quella messa in pratica dall’aeroporto Il Caravaggio Milano–Bergamo che sta sviluppando numerose iniziative in merito tra cui un progetto per riconoscersi quali aeroporto bike-friendly), dell’accessibilità (quindi di un turismo slow per tutti) e dello sviluppo del settore turistico nell’era post covid. Molto bene anche i confronti (molto partecipati) su scala nazionale, grazie alla collaborazione di enti e operatori molto accreditati anche a livello internazionale”.

Tanti i like in ccasione della Giornata Mondiale del Turismo (domenica 27 settembre) che AT&ST ha celebrato con oltre 130 eventi online da tutto il mondo e circa 4 ore di diretta sui social. Un evento importante che anche Giorgio Palmucci, Presidente di Enit, aveva sottolineato durante la conferenza stampa dell’evento: “bello che la manifestazione coincida con la Giornata Mondiale del Turismo, così come è importante che la fiera digitale metta in evidenza anche le destinazioni meno conosciute ma non per questo meno belle. Ad Agritravel raccontiamo le tante bellezze italiane agli stranieri, ma con l’obiettivo di farle conoscere anche agli stessi italiani. Raccontiamo un’Italia che non si è arresa e che sta dimostrando di saper gestire meglio la ripresa dall’emergenza sanitaria”.

E’ stato significativo – osserva Pendezza – che At&st Fiera dei Territori abbia celebrato la Giornata Mondiale del Turismo con un evento internazionale mai accaduto prima e che ha acceso i riflettori da tutti i continenti su Bergamo: oltre un centinaio di video da tutto il mondo da parte di enti, associazioni e altre varie realtà del settore turistico, per uno scambio culturale unico nel suo genere. Anche in questo caso una “prima” mondiale che ha raccolto unanimi consensi e che diventerà  un appuntamento fisso per le prossime edizioni. Fondamentale anche in questo caso la preziosa collaborazione con Eurogites, associazione che raggruppa 28 organizzazioni professionali del turismo rurale ed esperienziale di 24 paesi europei”.

Ogni anno la manifestazione si arricchisce di novità e nuove progettualità: la sfida è quella di creare una vivace piattaforma di alto livello di confronto e opportunità attorno al tema del turismo slow affinché Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori possa configurarsi quale appuntamento di riferimento del settore a livello nazionale e internazionale. Gli organizzatori, facendo tesoro da quanto raccolto in questa edizione e volendo dare sempre più voce ai Territori e alle loro bellezze, daranno vita ad una rubrica live che, valorizzando le tante peculiarità di realtà locali, nazionali e internazionali, accompagnerà gli appassionati nei mesi che precedono la prossima edizione. Inoltre, l’edizione 2021 sarà anticipata da diversi eventi, tra cui una conferenza virtuale sull’educazione ambientale e sulle tante proposte che i Parchi di Regione Lombardia propongono a favore del mondo della scuola. Già nella fiera virtuale è stato possibile visionare le tante iniziative dell’Area Parchi di Regione Lombardia.

Altro tema su cui  la manifestazione lavorerà è la sostenibilità declinata nelle sue tre dimensioni: ambientale, sociale ed economica, anche in vista degli Obiettivi di Agenda 2030 in virtù dei quali Agritravel & Slow Travel Expo – Fiera dei Territori ha intrapreso interessanti collaborazioni.

Newsletter

ultimi tweet