News AEFI

Lo sviluppo di Macfrut spinge il fatturato a oltre 6 milioni di euro e l’utile a 700mila euro

In un anno nero per il settore fieristico andamento in controtendenza per Cesena Fiera che chiude il migliore esercizio degli ultimi anni

Cesena (17 dicembre 2021) – Se il 2021 verrà ricordato come un anno difficile per il sistema fieristico causa il perdurare del Covid, di certo non lo è stato per Cesena Fierache non solo va in controtendenza ma addirittura chiude l’annata con il migliore esercizio dei suoi 38 anni di storia. I dati sono stati presentati nel corso dell’Assemblea dei soci di questa mattina (venerdì 17 dicembre), nella quale è stato illustrato il preconsuntivo di bilancio 2021 nonché il preventivo 2022. 

I ricavi dell’esercizio 2021 superano i 6 milioni di euro con un utile netto che sfiora i 700mila euro. A trainare la crescita è lo sviluppo di Macfrut, fiera internazionale dell’ortofrutta svoltasi in Special edition nel settembre scorso, che non solo ha ottenuto un positivo apprezzamento da parte di operatori e pubblico, ma ha anche lanciato un nuovo modo di fare fiera. La crescita di Macfrut che rappresenta due terzi del bilancio dell’ente fieristico, ha permesso di investire nel quartiere fieristico di Cesena oltre 5 milioni di euro completamente autofinanziati negli ultimi 6 anni. Contestualmente è proseguita l’attività nel centro fieristico di Pievesestina per l’attività vaccinale ospitata nell’area polifunzionale, a cui si sono aggiunti la nascita della cittadella dello sport e la ripresa dal mese di settembre delle manifestazioni fieristiche e del centro congressi.

Nel corso dell’Assemblea dei soci sono state presentate anche le strategie di medio periodo della società, la cui attività si svilupperà lungo due direttriciinternazionale, con la crescita di Macfrut (4-6 maggio 2022) e di Fieravicola che nel 2022 ospiterà l’International Poultry Forum; locale, con l’incremento dell’attività polifunzionale del quartiere fieristico già oggi adibito anche a centro vaccinale, drive through, cittadella dello sport, centro congressi e concorsi, e attività food con l’Arca dei Sapori gestita dallo IAL (Istituto Alberghiero). Questa nuova vocazione multifunzionale del quartiere prevede, nel prossimo biennio, una riqualificazione estetica, energetica e funzionale dell’area che include anche le sale riunioni e gli uffici, per un investimento di circa 1 milione e mezzo di euro

“Coniugare l’anima internazionale di Macfrut e Fieravicola con quella di sviluppo locale del quartiere fieristico di Pievesestina: sono i due asset che hanno accompagnato la nostra azione nel corso degli ultimi anni – spiega Renzo Piraccini, Presidente di Cesena Fiera – E’ una strada che si sta rivelando vincente poiché crea valore per il territorio e per gli azionisti, inclusa la parte pubblica che detiene il 40% del capitale della società”.

Newsletter

ultimi tweet