News AEFI

IL MUSEO DEL VAIA PER RICORDARE LA TRAGEDIA DEI BOSCHI SPEZZATI DAL VENTO

Verona 7 febbraio – È stato presentato oggi a Legno&Edilizia, il “museo del Vaia”: una baita didattica che verrà costruita a Caltrano in provincia di Vicenza, per ricordare lo 29 ottobre scorso, data in cui il vento di scirocco, conosciuto anche come Vaia, con raffiche a 200km all’ora, ha spazzato via in solo tre ore 8,5 milioni metri cubi di foreste tra Veneto, Friuli e Trentino.

Il progetto ideato da Andrea Zenari esperto di foreste e legnami è stato illustrato nell’ambito della tavola rotonda organizzata in fiera dal Gruppo Qualità Legno, e verrà realizzato tra il 22 e il 24 febbraio: “In quei giorni una settantina di volontari toglierà dal bosco i tronchi necessari alla costruzione di una baita che sarà realizzata con macchinari semplici e al suo interno racconterà la storia di questo disastro” ha spiegato Zenari.

In seguito alla calamità, nell’imminenza della stagione turistica sono stati liberati parzialmente i boschi feriti, anche con l’aiuto di Austria e Slovenia, tuttavia altri 4 milioni di metri cubi di legno, sono ancora a terra e rischiano di marcire. L’appello di Zenari va al governo: “Lo Stato attraverso gli incentivi potrebbe stimolare l’uso di questo legname: ne verrebbero fuori 30 mila case in legno, ma bisogna fare in fretta, prima che tra due o tre mesi gli agenti patogeni lo rovinino tutto.”

La chiusura della mostra nella Baita di Caltrano coincide con la data del disastro: il 29 ottobre.

Newsletter

ultimi tweet