News AEFI

IEG – IL COMPARTO ORAFO-GIOIELLIERO AI BLOCCHI DI RI-PARTENZA: SI INAUGURA VOICE – VICENZAORO INTERNATIONAL COMMUNITY EVENT

Taglio del nastro con gli esponenti delle istituzioni e i rappresentanti delle associazioni del settore per sostenere unanimi le eccellenze del settore. Oltre 370 in fiera per il primo appuntamento del calendario internazionale del gioiello, firmato Italian Exhibition Group.

www.vicenzaoro.com/it/voice

Vicenza, 12 settembre 2020 Inaugurato questa mattina nel quartiere fieristico vicentino, VOICE – Vicenzaoro International Community Event, l’appuntamento innovativo ideato da IEG – Italian Exhibition Group per supportare il comparto orafo-gioielliero nella ripresa post-lockdown.

Fino a lunedì 14 settembre in mostra in fiera, dal vivo e online, un gioiello che brilla agli occhi del Paese e del resto del mondo, come ha voluto sottolineare il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, con un messaggio scritto rivolto alle oltre 370 aziende espositrici e agli organizzatori: “Esprimo il mio plauso per l’impegno profuso da Italian Exhibition Group nell’organizzazione di VOICE, con lo scopo di rilanciare il comparto dell’oreficeria e gioielleria dopo la forzata chiusura dovuta all’emergenza sanitaria. Come dico sempre solo i pessimisti non fanno fortuna e, quindi, bisogna guardare avanti e credere in un progetto che possa riportare le nostre eccellenze artigiane, come quelle orafe, alle posizioni di mercato pre-Covid. Grazie a questo evento la città di Vicenza diventa così vetrina non solo di creazioni artistiche e di prodotti, ma di saperi, di cultura, di tradizioni e di esperienze.”

Al momento inaugurale delle ore 10.00 presso lo Stage of Voice (Hall 7), cui ha fatto seguito il rituale taglio del nastro, il benvenuto del Presidente di Italian Exhibition Group Lorenzo Cagnoni al format “nato ascoltando le aziende, per le aziende. Ripartiamo dalla bellezza ha affermato -, valore assoluto di un Made in Italy che qui trova voce per aprire una nuova stagione che riafferma l’importanza della fiera quale strumento strategico per le aziende, per riallacciare quelle relazioni fondamentali all’interno del settore produttivo, tra le filiere e i mercati internazionali.

Oggi c’è un pizzico di emozione entrando nei padiglioni di questa fiera – ha dichiarato il sindaco di Vicenza e Presidente della Provincia Francesco Rucco. – Sono stati mesi difficili per noi tutti da marzo in poi. E oggi siamo qui con orgoglio ad inaugurare un momento storico. Una Fiera sì in forma ridotta ma non certo in tono minore perché infatti sono presenti i più importanti marchi del settore. Per questo siamo grati a tutti coloro che ci hanno creduto e lavorato affinchè tutto questo fosse possibile. Dal canto nostro, come amministratori, vogliamo una fiera sempre più vicina al territorio e per questo con VIOFF da qualche anno a questa parte offriamo ai buyer presenti una ulteriore occasione per scoprire la città del Palladio”.

Cristina Franco, Vice Presidente Provincia di Vicenza, ha commentato: “Voice è un acronimo ma anche un bellissimo sostantivo: voce. Noi tutti usiamo la voce per esprimere sentimenti, emozioni, per comunicare. Ebbene: Voice è la voce di Vicenza oro in questo momento difficile. Con Voice comunichiamo la centralità della produzione orafa e gioielliera del nostro territorio. Questa manifestazione è un business hub strategico per il nostro tessuto economico. Come donna, poi, voglio anche sottolineare l’importante accordo sulla promozione dell’imprenditoria femminile che IEG ha siglato nei giorni scorsi con BPW International, Business and Professional Women. Anche questo dimostra la nostra capacità di guardare al futuro con fiducia e ottimismo”.

Per Ivana Ciabatti, Presidente Federorafi “VOICE non è solo la voce ma è, soprattutto, il faro, la luce sul pianeta orafo italiano che dopo 7 mesi di buio cosmico, con dati di andamento da “era glaciale” che registra perdite di export stabilmente intorno al meno 40/50%, oggi qui a Vicenza, in Italia, mostra al mondo intero di aver rialzato la testa e di voler riprendere il cammino”.

“La domanda che tutti noi oggi ci dobbiamo porre in occasione di questa ripartenza è: Come ci ripensiamo?

ha continuato Elena Donazzan, assessore alle attività produttive, lavoro e formazione della Regione Veneto – “Voice ha indicato tre parole chiave: Ascolto, dialogo, condivisione. Tutti elementi che sono mancati durante la lunga fase della pandemia. Una crisi nella quale sono crollate tante certezze, tra cui il paradigma della libera circolazione. E sappiamo bene quanto sia importante proprio questo aspetto per un territorio come il nostro che sull’export ha costruito la sua fortuna. Oggi c’è bisogno di coraggio per ripartire e forza per riposizionarsi in un mercato globale completamente cambiato. Con l’apertura di Voice oggi lanciamo al mondo un segnale chiaro: noi ci siamo. E lo facciamo forti di quei solidi fondamentali che ci hanno consentito di chiudere il 2019 con numeri record, consapevoli che il grande lusso internazionale parla italiano e vicentino”.

“Abbiamo lavorato molto con il sistema delle fiere per tenere in piedi il calendario degli eventi autunnali con i nuovi strumenti di supporto messi a disposizione dal sistema Paese – ha commentato Carlo Ferro, Presidente di Agenzia ICE –. Strumenti che, nell’attuazione del Patto per l’Export, vogliono combinare reazione e visione per accelerare la ripresa e accompagnare la transizione verso nuovi modelli di consumo e di competizione basati sul paradigma ‘innovazione, sostenibilità e digitale’. Per il comparto della gioielleria la rapidità di questa reazione è ancor più importante se si considera il contributo dal settore all’export di 7 miliardi di euro, ma anche la flessione tendenziale del -43,7% fra gennaio e aprile. Per questo, come ICE, abbiamo ridefinito i programmi delle nostre iniziative in direzione dell’e-commerce, della formazione di digital export manager, della digitalizzazione delle fiere e di una grande campagna di Nation branding.

FOCUS ON ITALIAN EXHIBITION GROUP

Italian Exhibition Group (IEG), quotata sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., è leader in Italia nell’organizzazione di eventi fieristici e tra i principali operatori del settore fieristico e dei congressi a livello europeo, con le strutture di Rimini e Vicenza, oltre che nelle sue ulteriori sedi di Milano e Arezzo. Il Gruppo IEG si distingue nell’organizzazione di eventi in cinque categorie: Food & Beverage; Jewellery & Fashion; Tourism, Hospitality and Lifestyle; Wellness, Sport and Leisure; Green & Technology. Negli ultimi anni, IEG ha avviato un importante percorso di espansione all’estero, anche attraverso la conclusione di joint ventures con operatori locali (ad esempio negli Stati Uniti, Emirati Arabi e in Cina). IEG ha chiuso il bilancio 2019 con ricavi totali consolidati di 178,6 mln di euro, un EBITDA di 41,9 mln e un utile netto consolidato di 12,6 mln. Nel 2019 IEG ha totalizzato 48 fiere organizzate o ospitate e 190 eventi congressuali. www.iegexpo.it

PRESS CONTACT ITALIAN EXHIBITION GROUP

Michela Moneta, press office coordinator sede di Vicenza
MEDIA AGENCY VICENZAORO Barabino & Partners T. + 39 010.272.5048

Ilaria Schelotto +39 335.69.81.186 i.schelotto@barabino.it Manuela Signorelli: +39 349.12.53.833 m.signorelli@barabino.it MEDIA AGENCY IEG SEDE DI VICENZA: MYPRLab T. +39 0444.512550

Filippo Nani +39 335.101.93.90 filippo.nani@myprlab.it Lisa Scudeler +39.338.691.03.47 lisa.scudeler@myprlab.it

Il presente comunicato stampa contiene elementi previsionali e stime che riflettono le attuali opinioni del management (“forward-looking statements”) specie per quanto riguarda performance gestionali future, realizzazione di investimenti, andamento dei flussi di cassa ed evoluzione della struttura finanziaria. I forward-looking statements hanno per loro natura una componente di rischio e incertezza perché dipendono dal verificarsi di eventi futuri. I risultati effettivi potranno differire anche in misura significativa rispetto a quelli annunciati, in relazione a una pluralità di fattori tra cui, a solo titolo esemplificativo: andamento del mercato della ristorazione fuori casa e dei flussi turistici in Italia, andamento del mercato orafo – gioielliero, andamento del mercato della green economy; evoluzione del prezzo delle materie prime; condizioni macroeconomiche generali; fattori geopolitici ed evoluzioni del quadro normativo. Le informazioni contenute nel presente comunicato, inoltre, non pretendono di essere complete, né

sono state verificate da terze parti indipendenti. Le proiezioni, le stime e gli obiettivi qui presentati si basano sulle informazioni a disposizione della Società alla data del presente comunicato

Newsletter

ultimi tweet