News AEFI

Fieragricola TECH, online il programma all’insegna dell’innovazione in agricoltura Il presidente di Veronafiere, Bricolo: «Rispondiamo alle esigenze di sostenibilità delle imprese»

Verso la manifestazione in programma i prossimi 1-2 febbraio 2023 a Veronafiere

Verona, 23 novembre 2022. La rivoluzione digitale è in campo. Fieragricola TECH, prima edizione dell’evento di Veronafiere (in programma i prossimi 1 e 2 febbraio 2023), dedicato all’innovazione tecnologica e digitale in agricoltura, con l’obiettivo di accompagnare una transizione verso la sostenibilità economica, ecologica e ambientale, svela il programma, online sul sito www.fieragricola.it. 

Due giorni (1 e 2 febbraio 2023) di approfondimenti, formazione e incontri business per gli imprenditori agricoli, i contoterzisti, gli allevatori e gli operatori di settore, seguendo una formula di convegni e approfondimenti molto concreti e rapidi.

«La spinta della Politica agricola comune, dei fondi Next Generation Eu e del Pnrr consentono anche al comparto primario di introdurre soluzioni per coniugare sostenibilità economica, attenzione all’ambiente e crescita produttiva nel rispetto della sicurezza alimentare e delle esigenze dei mercati. In tale direzione, Fieragricola Tech è la risposta di Veronafiere per il mondo agricolo, fortemente impegnato a migliorare le proprie performance tramite le tecnologie e l’innovazione, facendo leva proprio sugli strumenti di Information Technology», sottolinea il presidente di Veronafiere, Federico Bricolo.

Il programma (in fase di definizione) e realizzato in collaborazione con alcuni dei partner storici di Fieragricola, spazia dall’utilizzo dei robot nelle grandi colture, all’agrovoltaico, la sensoristica per la zootecnia di precisione. E ancora, il tema del carbon farming, le opportunità del decreto biometano, i biostimolanti funzionali, l’irrigazione 4.0 in serra, l’elettrificazione delle semoventi.
Fieragricola TECH sarà quindi una vetrina delle ultime tecnologie disponibili per coniugare la transizione digitale e quella ecologica, sfruttando sia le risorse messe a disposizione per l’agricoltura, sia la propensione all’innovazione dell’imprenditoria agricola.

Newsletter

ultimi tweet