News AEFI

EXPOBIT: GLI STUDENTI A LEZIONE IN FIERA

 

Oltre 60 istituti scolastici ospitati al Salone
dell’Ict

 

Continua l’affluenza degli
studenti ad Expobit. Sono oltre 60 gli istituti scolastici che faranno visita
al Salone dell’Ict. Stamattina ne sono arrivati 26 provenienti da tutta la Sicilia.

Gli studenti siracusani
dell’Istituto comprensivo “Elio Vittorini” di Solarino, dell’Istituto tecnico
industriale “Enrico Fermi”  e
dell’I.P.S.I.A. “Calapso” di Siracusa hanno assistito alla lezione tenuta da Erg.
Il gruppo italiano attivo nei settori
dell’energia e del petrolio, presente ad Expobit 2008, ha ospitato nel
proprio stand
gli studenti dei tre istituti di scuole medie e superiori.
Un “open space” su varie tematiche: ecologia ed energia su tutte, per
trasmettere empaticamente un messaggio educativo alle nuove generazioni,
affinché assumano la responsabilità sociale del rispetto dell’ambiente. Tema,
quest’ultimo, predominante della tredicesima edizione di Expobit. Attraverso la
conoscenza delle forme energetiche tradizionali a confronto con quelle
innovative e alternative i giovani hanno compreso l’importanza dello sviluppo
sostenibile in linea con le più avanzate tecnologie.

Tra le varie iniziative dedicate
ai più giovani anche il convegno “Formazione superiore: evoluzione e
prospettive”. organizzato dall’istituto tecnico industriale “Cannizzaro” che ha,
tra l’altro, partecipato attivamente alla fiera portando in esposizione i
prodotti hi tech realizzati dagli studenti. Il dirigente scolastico Salvatore
Indelicato ha denunciato, durante la sua relazione, un calo delle iscrizioni
negli istituti tecnici. Situazione che ritiene paradossale se si pensa che i
diplomi più richiesti sono gli amministrativi e i commerciali, il turistico e
alberghiero, meccanico, elettronico, edile e informatico. “E’ necessario
rafforzare la cultura tecnica all’interno della società”, ha sottolineato il
preside. Al tavolo dei relatori anche il vice preside Salvatore Maggio, il
docente Salvatore Ravidà, Francesco Riggi e Paola La Rocca, del Dipartimento di
Fisica e Astronomia di Catania, che hanno illustrato il progetto per la
realizzazione del telescopio a raggi cosmici creato dall’istituto “Cannizzaro”
coinvolto in un progetto nazionale che comprende cento istituti scolastici
dello Stivale.

Newsletter

ultimi tweet