News AEFI

DOMANI IL GRAN FINALE DI ORIENT@ 2008 CON LA GIORNATA DEDICATA ALLE FAMIGLIE

 

Si chiude domani, domenica 16
novembre, a Longarone Fiere (Belluno) la sesta edizione di Orient@, il 6. Salone dell’orientamento scolastico e professionale,
organizzato dall’Amministrazione
provinciale di Belluno, in collaborazione con la Regione Veneto,
l’Ufficio Scolastico Provinciale e i Poli dell’orientamento provinciale, che avrà,
con ingresso libero, l’orario d’apertura dalle 10 alle 17.30.

La manifestazione sta ottenendo degli ottimi risultati e
unanimi consensi sia da parte degli espositori, sia dei ragazzi che hanno la possibilità
di avere un panorama esaustivo dell’offerta formativa e del mondo del lavoro
rappresentati, per lo più, dagli istituti superiori e dagli enti di formazione
professionale della provincia, dalle associazioni di categoria, sindacati,
forze dell’ordine, oltre ovviamente alla Provincia con i Centri per l’impiego, la Consigliera di parità,
il nuovo servizio informativo e bibliotecario mobile Vieni “a bordo” con noi, rivolto ai giovani del territorio
provinciale. Potenziato lo spazio quest’anno riservato alle Università, i cui
stand sono stati presi d’assalto soprattutto nella giornata di ieri dagli
studenti delle classi quinte degli istituti d’istruzione secondaria di secondo
grado.

Domani sarà la giornata dedicata alla famiglie. Orient@ sarà
infatti aperta sin dal mattino in modo da permettere, soprattutto a genitori e
figli, di visitare insieme la fiera. Sarà una giornata particolarmente attesa
anche per l’incontro, in programma alle ore 14.45, all’interno dei padiglioni
sul tema:

sopra né sotto, ma accanto. Come stare vicini ai propri figli nel momento della
scelta dopo la terza media”
,
al quale interverrà Katia Provantini, psicologa esperta di orientamento e
apprendimento dell’equipe del prof. Gustavo Pietropolli Charmet.

E proprio la maggior responsabilizzazione
delle famiglie nella scelta che i ragazzi di terza media debbono fare è stata
tra i temi trattati nel corso della tavola rotonda odierna incentrata sul tema:
Formazione, Lavoro, Università:
come fare una scelta? Rigidità dei sistemi attuali e prospettive future”.
Dopo
l’indirizzo di saluto da parte del presidente della Provincia di Belluno, Sergio Reolon e del dirigente
dell’Ufficio scolastico provinciale di Belluno, Domenico Martino, è intervenuta, in particolare, Carmela Palumbo, direttore generale
dell’Ufficio Scolastico regionale per il Veneto. “Il sistema dell’istruzione
nella Regione Veneto lavora bene e lo testimonia la bassa percentuale di
dispersione scolastica pari all’11% che attesta la nostra Regione prima in
assoluto in Italia. Al di là di questi dati, va detto che rimane fondamentale
un’azione coordinata tra le scuole per fare rete nel campo dell’orientamento.
Importante è sì crescere il numero di diplomati e laureati, ma, al tempo
stesso, portare avanti azioni diverse, per il loro inserimento nel mondo del
lavoro. Sulla scelta della scuola secondaria di secondo grado vi deve essere un
recupero del ruolo delle famiglie, che non devono assecondare a tutti i costi i
figli, ma aiutarli affinché scelgano realmente la scuola a loro più congeniale.
Nel visitare Orient@ sono rimasta favorevolmente impressionata dalla presenza
degli studenti negli stand, i quali dando informazioni sulla scuola che
frequentano possono raccontare la loro esperienze diretta ai colleghi più
giovani impegnati nella scelta”. Le conclusioni sono state tratte dall’assessore
all’istruzione della Provincia di Belluno Claudia Bettiol, la quale ha condiviso i propositi di revisione delle
scuole superiori confermando, al tempo stesso, l’impegno della Provincia di
Belluno verso azioni di ulteriore potenziamento verso la formazione e
l’orientamento, che stanno già dando ottimi frutti.

Tra gli altri eventi della giornata conclusiva
di Orient@ 2008 sono previsti domani alle ore 10 e alle ore 11 due incontri
promossi dall’Arma dei Carabinieri,
che intratterranno il pubblico sull’aspetto dell’arruolamento dell’Arma,
esaminando le procedure di inoltro delle domande di concorso e la relativa
tempistica necessaria alla conclusione della prove, ai fini dell’ammissione ai
cicli addestrativi.

Newsletter

ultimi tweet