News AEFI

Conclusa la quinta edizione di White Carrara Downtown

Buon successo di pubblico per il progetto culturale di promozione del territorio apuano inserito dal 2020 nel progetto Carrara Città Creativa Unesco.

Si è chiusa domenica 25 luglio la quinta edizione di White Carrara Downtown, evento di intrattenimento culturale per la valorizzazione e la promozione turistica di Carrara attraverso un percorso museale urbano fatto di luoghi d’arte, installazioni, mostre, incontri culturali, teatro, musica, enogastronomia ed eventi esperienziali per scoprire, ma anche ri-scoprire, la bellezza di un territorio unico nel suo genere. IMM-Carrarafiere ha realizzato anche quest’anno l’evento di  marketing territoriale contraddistinto da un’offerta integrata capace di esprimere l’identità della città, raccogliendo un buon successo di pubblico e molto apprezzamento a testimonianza della valenza artistica e culturale della rassegna.

Girare per le strade del nostro centro storico nei giorni di White Carrara Downtown è stata una grande emozione. Vedere vicoli e piazze animate da persone che si godevano momenti di intrattenimento e relax è stato come prendere una boccata d’ossigeno. Credo che nelle condizioni date, si sia riusciti a ottenere un risultato più che buono. Certo si può sempre far meglio ma chi paragona questa edizione a quelle del passato commette il grave errore di dimenticare la pandemia e le difficoltà dell’azienda. Allora pur partendo dal presupposto che si può sempre migliorare ringrazio tutti coloro che hanno dato vita a questa edizione di WCD: penso a IMM, ai suoi partner, ma anche a tutte le attività del centro città che hanno collaborato, tenendo anche solo per un minuto in più le luci delle loro vetrine accese” ha dichiarato il Sindaco Francesco De Pasquale.

Il risultato ottenuto – commenta Francesco Amedoro, Amministratore Unico di Imm CarraraFiere Spa – è l’obiettivo che ci eravamo prefissati, la spinta che ci ha sostenuti nella realizzazione della quinta edizione di White Carrara Downtown, in un momento di particolare complessità come quello che stiamo vivendo. L’incremento nell’afflusso dei visitatori in città, il  numeroso pubblico che ha assistito agli incontri della Rassegna Culturale del Marble Cafè, le Passeggiate Culturali sempre sold out, l’interesse per la Mostra a Palazzo Binelli, la curiosità e la riflessione accese  dalle installazioni con la proposta di nuove forme artistiche, più popolari, ma  in grado di dialogare e connettersi con il marmo, ci rendono soddisfatti. La proposta basata su arte, cultura, intrattenimento ed enogastronomia ha dato i suoi frutti grazie alle numerose sinergie attivate sul territorio con il coinvolgimento diretto di associazioni culturali e operatori che ci hanno permesso di costruire il format del festival diffuso, al quale IMM crede. Quindi ringrazio tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di White Carrara Downtown: i lavoratori di IMM CarraraFiere, i Partner Istituzionali, gli Sponsor, i partner, le associazioni culturali cittadine, le maestranze e i tecnici.”

Emma Castè, direttore artistico installazioni e Mostra, spiega l’impatto positivo che l’arte ha sulla città: “Una Città che attraverso l’arte ha saputo regalarsi sorrisi e positività. Il progetto White Carrara Downtown 2021 ha saputo raccontare concetti importanti e profondi, come ambiente, natura, tutela, patrimonio, attraverso i colori degli animali della CrackingArt e il progetto #unicittà espresso nella lavorazione dei cubi di marmo esposti in Corso Rosselli. Carrara è un palcoscenico naturale capace di mettere in scena le più svariate forme di Arte, dalla WCD 2021 può iniziare un percorso fatto di rinnovamento ed apertura verso l’esterno, capace di coinvolgere ogni singolo protagonista della città.”

Enrico Isoppi, Presidente Fondazione Cassa di Risparmio dichiara: “White Carrara Downtown ha centrato l’obiettivo: evento quest’anno nato fra tante difficoltà ma che ha portato un notevole contributo culturale, persone in città, convivialità. Tanti commenti positivi, qualche sana polemica e pure il pinguino  ritrovato. Sì, obiettivo centrato.”

Per Luciano Massari, direttore ABAC aprire le porte dell’Accademia durante White Carrara Downtown è offrire una ulteriore occasione a residenti e visitatori che vengono da fuori città di entrare in contatto con la bellezza e i tesori che sono custoditi al suo interno. Quest’anno i visitatori della manifestazione hanno potuto godere anche della Mostra dedicata a “Giovanni Antonio Cybei e il suo tempo. Insigne statuario per le corti europee e Primario Direttore dell’Accademia di Belle Arti”.

Fra gli appuntamenti più ambiti e apprezzati ci sono infatti le Passeggiate Culturali by IMM che prevedono anche le visite in Accademia, progetto coordinato dall’Architetto Corrado Lattanzi che dichiara: “Gli eventi sono stati svolti con la collaborazione delle Associazioni: Accademia Albericiana, Accademia Aruntica, Amici Accademia Belle Arti di Carrara, Associazione Mazziniana, Dickens Fellowship, Italia Nostra sezione Apuo Lunense. Hanno visto la partecipazione di esperti/specialisti: Isabella Botti, Daniele Canali, Marzia Dati, Pietro Di Pierro, Paola Isoppi, Davide, Lambruschi, Corrado Lattanzi, Luisa Passeggia e Davide Pugnana.

Tutti gli eventi hanno registrato il massimo di partecipazione previsto dai protocolli COVID19. Complessivamente il progetto culturale ha dunque fatto conoscere la città e le sue qualità artistiche e culturali a circa 300 persone direttamente con un indotto di circa 1000 persone. Le prenotazioni hanno superato le 400 persone.”

Soddisfatti i ristoratori del centro storico per l’ottimo afflusso di visitatori.
Nadia Cavazzini a nome di Confcommercio LU MS e della rete di somministrazione di zona dichiara:

“L’appuntamento annuale promosso da IMM #whitecarraradowntown, arrivato un po’ in ritardo sui tempi di marcia, facendoci sorpresa, è volto al termine con il nostro plauso e la nostra gratitudine. Una settimana che ha portato alla città, insieme ad altri progetti che si sono ben integrati, una grande vivacità. Le variegate proposte artistiche e culturali, le installazioni che per fortuna hanno mosso critiche e attenzioni particolari con messaggi e contenuti attuali importanti, hanno fatto sì che ogni giorno la città vedesse muoversi centinaia e centinaia di persone durante tutto il giorno e in particolare la sera. I locali affollati lo hanno ampiamente dimostrato tanto da non poter far altro che vederci dispiaciuti nel non aver potuto davvero accogliere tutti. Questo ‘fuori fiera’ nato qualche anno fa per valorizzare il territorio, è quanto di più giusto possa vivere Carrara per coniugare storia, arte, cultura ed enogastronomia, per la quale competenza è nato il progetto “il marmo è servito”. Grazie sinceri a tutti coloro che si sono spesi affinché anche quest’ anno la città potesse godere di così tanta bellezza.”

Nelle parole di Paolo Baratta, del Ristorante La Drogheria in Piazza Alberica, la soddisfazione per l’ottimo riscontro in termini di visitazione e dunque anche di avventori per i locali cittadini “White Carrara Downtown ha portato grandi numeri per i ristoranti. Indubbiamente abbiamo avuto un incremento notevole di clientela nelle serate animate dalla manifestazione. Clientela anche non di zona, che si è recata in centro proprio per godere delle varie iniziative. Sarebbe da studiare un programma che abbracci tutta l’estate per avere sempre il centro storico così vivo e lucente.”

Newsletter

ultimi tweet