News AEFI

Anche le fiere sostengono la ricerca. Al via la collaborazione tra AEFI e FONDAZIONE TELETHON

A partire dal prossimo mese di dicembre, AEFI – l’Associazione che rappresenta il sistema fieristico nazionale e che grazie ai suoi 35 quartieri fieristici affiliati coinvolge ogni anno oltre 22 milioni di visitatori – amplia le sue attività al mondo del volontariato e del sociale sostenendo, direttamente e attraverso i suoi associati, la campagna #presente di Fondazione Telethon.

Da anni Fondazione Telethon finanzia la ricerca nel campo delle malattie genetiche rare, per le quali la scarsità di investimenti in ricerca non permette ancora spesso di conoscere le cause e i meccanismi. Grazie a Fondazione Telethon la ricerca si sta innovando e sta facendo progressi, tanto da poter arrivare a sviluppare terapie e farmaci efficaci e all’avanguardia.

Un’attività che AEFI intende trasformare in opportunità di collaborazione per i suoi associati che avranno così la possibilità di aderire ad un impegno sociale ampiamente condiviso e di grande rilievo: l’accordo rappresenta infatti un’opportunità di utilizzare le fiere a beneficio della ricerca, contribuendo a diffondere un messaggio di solidarietà in tutto il Paese.

AEFI si adopererà per valorizzare la collaborazione e favorire la presenza di un rappresentante di Telethon presso alcune manifestazioni fieristiche individuate di comune accordo, per illustrare l’attività di ricerca scientifica della Fondazione e i risultati raggiunti, e offrire l’opportunità ai visitatori di diventare donatori e sostenitori. L’Associazione supporterà inoltre la campagna attraverso i propri canali social (Facebook, LinkedIn e Twitter).

L’accordo riguarderà innanzitutto gli associati AEFI che ospitano o organizzano fiere ed eventi in concomitanza con la maratona televisiva in partnership con RAI, l’appuntamento che ogni anno a dicembre ha una altissima visibilità in termini di audience e di fondi raccolti.

La prima manifestazione ad ospitare Fondazione Telethon sarà “Novembre in Arte” (23 novembre-2 dicembre), seguita da “Arti e Mestieri” (23-25 novembre); “Roma d’Arte” (23-25 novembre), “Mercato Mediterraneo” (23-26 novembre), tutte organizzate da Fiera Roma. Si passerà poi a Ferrara Fiere con “Auto e moto del passato” (8 dicembre); “Fishing Show” (15-16 dicembre); “Winter Worderland” (25 dicembre- 6 gennaio 2019; 12-13 gennaio 2019; 19-20 gennaio 2019) e infine a Lariofiere con “Elettronica” (24 -25 novembre) e “Non solo panettone” (1-2 dicembre).
Per il 2019 la collaborazione tra AEFI e Fondazione Telethon diventerà sempre più strutturata, con l’auspicio che possa essere estesa anche a progetti speciali.

____
AEFI-Associazione Esposizioni e Fiere Italiane, associazione privata senza scopo di lucro nasce nel 1983 con l’obiettivo di generare sinergie tra i più importanti quartieri fieristici italiani. AEFI si pone come interlocutore privilegiato per gli operatori e le istituzioni, e svolge un ruolo di sostegno per gli associati attraverso lo sviluppo di attività e programmi nell’ambito della formazione, del marketing, della promozione e della ricerca, oltre all’erogazione di servizi per le fiere attraverso l’attività delle proprie Commissioni: Tecnica di Quartiere, Giuridico-Amministrativa, Internazionalizzazione e Fiere in Rete.
Sul fronte dell’internazionalizzazione, AEFI supporta gli associati grazie ad accordi con mercati strategici. AEFI conta 35 quartieri
fieristici Associati che organizzano oltre 1.000 manifestazioni all’anno su una superficie espositiva totale di 4,2 milioni di metri quadrati. Nei quartieri fieristici associati AEFI si svolge la quasi totalità delle manifestazioni fieristiche internazionali e nazionali che hanno luogo annualmente in Italia.

Fondazione Telethon
Dal 1990 Fondazione Telethon raccoglie fondi e li investe in ricerca per offrire speranza e cure a tutte le persone che lottano contro le malattie genetiche, così rare da essere spesso dimenticate dai grandi investimenti pubblici o privati in ricerca.
Finanzia i migliori ricercatori ed istituti di ricerca perché crede nel merito e nell’eccellenza, solo così ha potuto raggiungere importanti risultati per la cura delle malattie genetiche.
Tra questi c’è la terapia genica che sta salvando la vita a tanti bambini affetti da tre malattie genetiche rare molto gravi, e che verrà presto sperimentata contro altre patologie.

Newsletter

ultimi tweet