15 GIUGNO 2021: LE FIERE ITALIANE SONO RIPARTITE

15/06/2021

Ecco in sintesi le procedure concordate tra Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Ministero della Salute per gli operatori stranieri diretti a manifestazioni fieristiche internazionali aventi luogo sul territorio italiano a partire dalla riapertura del 15 giugno 2021.

Le disposizioni riportate, forniteci dal Ministero degli Affari Esteri, sostituiscono il precedente regime dei “corridoi verdi” (attivi nell’autunno del 2020) per offrire un più ampio ventaglio di possibilità a seconda delle esigenze di ciascuno.

Nello specifico:

  • per coloro che provengono dai Paesi di cui agli elenchi A, B e C (di cui alle relative ordinanze del Ministero della Salute e comunque riportati nella sezione dedicata del portale del Ministero stesso, a questo link https://bit.ly/3wDVJXn) restano valide le regole applicabili in via generale.
  • I visitatori e gli espositori che provengono dai Paesi di cui agli elenchi D ed E (di cui alle relative ordinanze del Ministero della Salute) potranno avvalersi della deroga che prevede l’esenzione dall’obbligo di tampone e di quarantena a chiunque fa ingresso in Italia per un periodo non superiore alle centoventi ore (5 giorni) per comprovati motivi di lavoro. Permane l’obbligo di compilazione dell’autodichiarazione e di comunicazione del proprio ingresso dall’estero sul territorio nazionale alla competente autorità sanitaria. Allo scadere di detto termine, l’interessato è tenuto a lasciare immediatamente il territorio nazionale o, in mancanza, ad iniziare il periodo di sorveglianza e di isolamento fiduciario.
  • Ove sia necessaria la permanenza sul territorio italiano per più di 120 ore, è possibile avvalersi della deroga all’obbligo di isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per motivi non differibili. La richiesta dovrà essere inviata direttamente all’Ufficio 3 della Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute (coordinamento.usmafsasn@sanita.it) che, in caso di esito positivo, trasmetterà le linee guida alle quali il viaggiatore internazionale deve attenersi per essere esentato dagli obblighi di isolamento fiduciario. Per richiedere la derogaè necessario seguire tutte le prescrizioni indicate nell’apposita pagina web del sito del Ministero della Salute (https://bit.ly/3wDVJXn) e inviare la documentazione richiesta almeno 7 giorni lavorativi prima della data di ingresso in Italia all’indirizzo email sopra indicato. L’autorizzazione potrà essere richiesta anche direttamente dagli organizzatori della manifestazione fieristica per la quale si richiede l’esenzione.
  • Resta salva la possibilità di avvalersi delle condizioni di deroga ed esenzione dalla quarantena previste per l’ingresso in Italia attraverso voli “COVID tested”, ovvero quei voli specificamente autorizzati dal Ministero della Salute mediante apposita Ordinanza. Per informazioni sull’effettiva operatività dei voli “Covid-tested” sulle tratte per le quali è in corso la sperimentazione, è necessario rivolgersi direttamente alle compagnie aeree.

08/06/2021

Ministero della Salute, Ordinanza 28 maggio 2021

Adozione del «Protocollo AEFI di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nelle manifestazioni e negli eventi fieristici». (GU Serie Generale n.135 del 08-06-2021)

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale (Serie Generale n.135 del 08-06-2021) l’ordinanza del 28 maggio del Ministero della Salute che, di concerto con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, riconosce il protocollo AEFI come riferimento per la riapertura delle manifestazionifieristiche, a cui si aggiunge la condizione che “la partecipazione alle attività connesse all’organizzazione dell’evento fieristico è consentita esclusivamente a coloro che siano in possesso di una delle certificazioni verdi COVID-19 di cui all’articolo 9, comma 2, del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, come integrato dall’articolo 14 del decreto-legge 18 maggio 2021, n. 65 ”.


03/06/2021

Finanziamento agevolato SIMEST per la partecipazione alle fiere internazionali in Italia e all’estero

Stabilisce le condizioni e i requisiti per ottenere i contributi a favore dei comparti fieristico e congressuale per il ristoro delle perdite subite nell’anno 2020, così come previsto dal “Decreto Ristori “.

Dal 3 giugno gli espositori italiani potranno riprendere a presentare online le domande per finanziare, attraverso SIMEST, la propria partecipazione alle prossime fiere internazionali in Italia e all’estero.

  • Tasso agevolato (sfiora lo 0%)
  • massimo finanziabile fino a 150.000 Euro per iniziativa
  • possibilità di ottenere fino al 25% del finanziamento a fondo perduto, copertura che può arrivare fino al 100% delle spese preventivate, durata di 4 anni, di cui il primo di preammortamento

sono le principali caratteristiche che rendono lo strumento un concreto incentivo alla ripresa, e che potete approfondire visitando la sezione dedicata del portale SIMEST.

Il finanziamento può quindi essere richiesto dal 3 giugno, esclusivamente online attraverso il portale SIMEST all’indirizzo www.myareasacesimest.it

Nell’intento di agevolare le fiere e tutte le organizzazioni che intendessero promuovere l’opportunità presso le PMI espositrici italiane, AEFI ha aggiornato un visual di sintetica e immediata comunicazione, che può essere riportato sui propri siti o nella documentazione fisica e digitale.

Si ricorda che la competenza per l’attribuzione di qualifica di fiera nazionale ed internazionale è delle singole Regioni e delle Province Autonome di Trento e Bolzano. Le fiere riportate in questo sito fanno riferimento a tali calendari, aggiornati nella tempistica secondo le richieste che ci pervengono dagli organizzatori a seguito di documentata segnalazione alle Regioni di competenza.

Scarica il media kit del visual (.zip file)


27/04/2021

Ministero del Turismo, DM 281 del 27 aprile 2021

Stabilisce le condizioni e i requisiti per ottenere i contributi a favore dei comparti fieristico e congressuale per il ristoro delle perdite subite nell’anno 2020, così come previsto dal “Decreto Ristori “.

In particolare:

l’ art. 3 così ripartisce le risorse tra i settori

  • 121 milioni per enti fiera e organizzatori di fiere,
  • 121 milioni per soggetti organizzatori di congressi,
  • 81 milioni per soggetti erogatori di servizi di logistica e trasporto e di allestimento che abbiano una quota superiore al 51% dei ricavi derivante da attività riguardanti fiere e congressi;

stabilisce inoltre che l’erogazione avverrà in proporzione alla differenza tra i ricavi del periodo 1° agosto 2020 – 31 dicembre 2020 e quelli conseguiti nel medesimo periodo del 2019.

l’ art. 4 richiama invece i “Riferimenti alla normativa dell’Unione europea in materia di aiuti di Stato”, pertanto le richieste potranno essere presentate:

  • come contributo generico con tetto 1.8 milioni ( Temporary Framework 3.1) ;
  • come copertura costi fissi con tetto a 10 milioni (Temporary Framework 3.12);
  • come copertura costi fissi oltre i limiti del Temporary Framework (art.107e 108 Trattato di Funzionamento dell’Unione Europea)

e ricorda come l’attuazione sia subordinata all’autorizzazione da parte della Commissione europea.


22/04/2021

Decreto-Legge 22 aprile 2021 n. 52 (Riaperture) – “Misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19”

[…]

Art. 7

Fiere, convegni e congressi

1. E’ consentito dal 15 giugno 2021, in zona gialla, lo svolgimento in presenza di fiere, nel rispetto di protocolli e linee guida adottati ai sensi dell’articolo 1, comma 14, del decreto-legge n. 33del 2020, ferma restando la possibilità di svolgere, anche in data anteriore, attività preparatorie che non prevedono afflusso di pubblico. L’ingresso nel territorio nazionale per partecipare a fiere di cui al presente comma è comunque consentito, fermi restando gli obblighi previsti in relazione al territorio estero di provenienza.

2. Le linee guida di cui al comma 1 possono prevedere, con riferimento a particolari eventi di cui al medesimo comma 1, che l ‘accesso sia riservato soltanto ai soggetti in possesso delle certificazioni verdi COVID-19 di cui all’articolo 9.

3. Dal 1° luglio 2021, in zona gialla, sono altresi’ consentiti i convegni e i congressi, nel rispetto di protocolli e linee guida adottati ai sensi dell’articolo 1, comma 14, del decreto-legge n. 33del 2020.


31/03/2021

SIMEST: Contributi a fondo perduto commisurati a costi fissi non coperti a supporto del sistema fieristico

Dando seguito al provvedimento della Commissione Europea del 16/03/2021 il Comitato Agevolazioni SIMEST delibera in merito ai “Contributi a fondo perduto commisurati a costi fissi non coperti a supporto del sistema fieristico” e diffonde la circolare operativa .

Si tratta di un provvedimento di aiuto al settore fieristico consistente in 63 milioni di euro a valere su fondi MAECI-SIMEST (Fondo 295/73 e 394/81) a compensazione di costi fissi non coperti.

In sintesi, i relativi contributi a fondo perduto sono a disposizione dei soggetti che dichiarino di aver subito nel “periodo ammissibile” un calo di fatturato di almeno il 30% rispetto all’analogo periodo del 2019, ove per “periodo ammissibile” vengo date due opzioni alternative:

  • dal 1 marzo 2020 al 31 dicembre 2020
  • dal 1 marzo 2020 al 28 febbraio 2021.

Il limite massimo del contributo concedibile è pari al 70% dei costi fissi non coperti, ovvero i costi fissi sostenuti dai soggetti beneficiari durante il periodo ammissibile prescelto nella domanda e che non siano coperti da utili, misure di sostegno erogate dalle pubbliche amministrazioni o da altre fonti, quali a titolo esemplificativo assicurazioni, misure di aiuto approvate dalla Commissione Europea ai sensi del Temporary Framework o ai sensi dell’art.107, par.2, lett. b),TFUE.

L’importo massimo del contributo non potrà comunque superare il valore complessivo di 10 milioni di euro in termini di valore nominale calcolato al lordo di qualsiasi imposta o altro onere (ai fini del rispetto di tale importo complessivo lordo, si tiene altresì conto di tutte le misure di aiuto di Stato a copertura dei costi fissi non coperti autorizzati dalla Commissione europea ai sensi della sezione 3.12. del Temporary Framework di cui l’impresa richiedente ha beneficiato).

A pena di inammissibilità, la domanda dovrà essere presentata dal richiedente utilizzando il modulo di domanda disponibile sul Portale di SIMEST.

L’ erogazione sarà unica per l’intero importo deliberato e sarà effettuata entro 30 giorni dalla data di delibera di concessione del contributo che verrà comunicata con l’esito della domanda.

Per poter accedere al contributo ricordiamo che occorre, tra gli altri requisiti:

  • essere un ente fieristico o una società che organizza eventi fieristici di rilievo internazionale;
  • avere organizzato o ospitato, nei 4 anni precedenti alla data di presentazione della domanda di contributo, almeno un evento/fiera di respiro internazionale presente nel calendario AEFI delle manifestazioni internazionali.

Per tutti i dettagli e le modalità operative è necessario consultare la delibera e la relativa circolare operativa, disponibili sul portale SIMEST ed in particolare al seguente link.


22/03/2021

Decreto-Legge 22 marzo 2021 n. 41 (Sostegni) – “Misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da COVID-19”

[…]

Art. 38

Misure di sostegno al sistema delle fiere

1. La dotazione del fondo di cui all’articolo 72, comma 1, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, e’ incrementata di euro 150 milioni per l’anno 2021, per le finalità di cui all’articolo 91, comma 3, secondo periodo, del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126.

2. Agli oneri derivanti dal comma 1, pari a 150 milioni di euro per l’anno 2021, si provvede ai sensi dell’articolo 42.

3. Nello stato di previsione del Ministero del turismo e’ istituito un fondo con una dotazione pari a 100 milioni di euro per l’anno 2021 destinato al ristoro delle perdite derivanti dall’annullamento, dal rinvio o dal ridimensionamento, in seguito all’emergenza epidemiologica da COVID-19, di fiere e congressi.

4. Con decreto del Ministro del turismo, da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, sono stabilite le modalità di ripartizione e assegnazione delle risorse di cui al comma 3, tenendo conto dell’impatto economico negativo nel settore conseguente all’adozione delle misure di contenimento del COVID-19.

5. La corresponsione dell’indennità di sostegno di cui al comma 3, non e’ compatibile con le misure di sostegno di cui al comma 1.

6. Agli oneri derivanti dal comma 3, pari a 100 milioni di euro per l’anno 2021, si provvede ai sensi dell’articolo 42.

[…]


04/03/2021

Finanziamento SIMEST “Patrimonializzazione a supporto del sistema fieristico”

SIMEST ha provveduto ad adeguare il limite massimo degli aiuti concedibili per soggetto che passa da 800 mila a 1,8 milioni di Euro.

La “dichiarazione sostitutiva per l’erogazione del cofinanziamento a fondo perduto in Temporary Framework” presente sul portale SIMEST riporta infatti già il nuovo massimale.

L’adeguamento recepisce la delibera della Commissione Europea del 28 gennaio u.s., che tiene conto del “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del Covid-19” (Temporary framework) e del Regolamento UE n. 1407/2013 (de minimis).

Per tutti i dettagli e le modalità operative relative al finanziamento SIMEST “Patrimonializzazione a supporto del sistema fieristico” ricordiamo il link alla sezione dedicata del portale.


02/03/2021

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri – “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 23 febbraio 2021, n. 15, recante «Ulteriori disposizioni urgenti in materia di spostamenti sul territorio nazionale per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19»

Art. 16, comma 3

[…]

Sono vietate le sagre, le fiere di qualunque genere e gli altri analoghi eventi.

Art. 57

1. Le disposizioni del presente decreto si applicano dalla data del 6 marzo 2021, in sostituzione di quelle del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 14 gennaio 2021, e sono efficaci fino al 6 aprile 2021 […]


14/01/2021

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri – Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 14 gennaio 2021 n. 2, recante «Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l’anno 2021»

Art. 1, comma 10

…..

n)restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso. Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, ivi

comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose. Con riguardo alle abitazioni private, e’ fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze

lavorative o situazioni di necessità e urgenza. Sono vietate le sagre, le fiere di qualunque genere e gli altri analoghi eventi;

o)sono sospesi i convegni, i congressi e gli altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza; tutte le cerimonie pubbliche si svolgono nel rispetto dei protocolli e

linee guida vigenti e in assenza di pubblico; nell’ambito delle pubbliche amministrazioni le riunioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni; e’ fortemente

raccomandato svolgere anche le riunioni private in modalità a distanza;

Art. 14

1. Le disposizioni del presente decreto si applicano dalla data del 16 gennaio 2021, in sostituzione di quelle del decreto del Presidente

del Consiglio dei ministri 3 dicembre 2020, e sono efficaci fino al 5 marzo 2021.

……..


03/12/2020

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri – Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, recante: «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19» e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante: «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», nonche’ del decreto-legge 2 dicembre 2020, n. 158, recante: «Disposizioni urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus COVID-19».

Art. 1 comma 10. Lettera n)”… Sono vietate le sagre, le fiere di qualunque genere e gli altri analoghi eventi;

”1 1 Art. 14 comma 1. “Le disposizioni del presente decreto si applicano dalla data del 4 dicembre 2020, in sostituzione di quelle del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 3 novembre 2020, e sono efficaci fino al 15 gennaio 2021,…”


01/12/2020

Finanziamento agevolato SIMEST per la “Patrimonializzazione a supporto del Sistema Fieristico”

Operativa dal 9 dicembre una prima concretizzazione degli interventi previsti dall’ art. 91 del DL 14 agosto 2020 n. 104 “Internazionalizzazione degli enti fieristici e delle start-up innovative” attraverso il nuovo strumento agevolato “Patrimonializzazione a supporto del Sistema Fieristico”, che potrà arrivare fino a 10 milioni di Euro.

Il richiedente il finanziamento agevolato deve:

  • essere un ente fieristico o una società che organizza eventi fieristici di rilievo internazionale;
  • essere costituito in forma di società di capitali;
  • avere organizzato o ospitato, nei 4 anni precedenti alla data di presentazione della domanda di finanziamento, almeno un evento/fiera di respiro internazionale, presente nel calendario AEFI delle manifestazioni internazionali o, solo nel caso in cui il richiedente sia un ente fieristico, assumere l’impegno ad organizzare/ospitare un evento/fiera di respiro internazionale, presente nel calendario AEFI, entro la fine del periodo di preammortamento.

Tutti i dettagli e i documenti per presentare la domanda, nonché i riferimenti per ricevere eventuale supporto nella compilazione al seguente link:

https://www.simest.it/patrimonializzazione-a-supporto-del-sistema-fieristico


28/10/2020

Decreto Legge n. 137 (Ristori) – Ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza, connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19


24/10/2020

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri – Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19».

Art. 1 comma 9. lettera n) “…Sono vietate le sagre, le fiere di qualunque genere e gli altri analoghi eventi.”
……………………….
Art. 12 comma 1. “Le disposizioni del presente decreto si applicano dalla data del 26 ottobre 2020, in sostituzione di quelle del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 13 ottobre 2020, come modificato e integrato dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 18 ottobre 2020, e sono efficaci fino al 24 novembre 2020.”


13/10/2020

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri – Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19».

E’ stato emanato il nuovo decreto teso a contrastare la ripresa del numero dei contagi da Coronavirus.

Le maggiori restrizioni non riguardano le fiere, che possono continuare regolarmente la propria attività. Il provvedimento recita infatti all’art. 1 par. 6 punto n) “….Sono consentite le manifestazioni fieristiche ed i congressi, previa adozione di Protocolli validati dal Comitato tecnico-scientifico di cui all’ art. 2 dell’ordinanza 3 febbraio 2020, n. 630, del Capo del Dipartimento della protezione civile, e secondo misure organizzative adeguate alle dimensioni ed alle caratteristiche dei luoghi e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro;”

………

“Le disposizioni del presente decreto si applicano dalla data del 14 ottobre 2020 in sostituzione di quelle del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 7 agosto 2020, come prorogato dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 7 settembre 2020, e sono efficaci fino al 13 novembre 2020”.


06/10/2020

D.M. 371 3/08/2020 “Riparto di quota parte del fondo emergenze imprese e istituzioni culturali di cui all’art. 183, comma 2, del D.L. n. 34 del 2020, destinata al ristoro degli operatori nel settore delle fiere e di congressi

E’ stato pubblicato l’ Avviso pubblico per l’assegnazione ed erogazione di contributi per il ristoro degli operatori nel settore delle fiere e dei congressi a seguito delle misure di contenimento da COVID-19.

Il provvedimento dà seguito operativo a quanto previsto dal D.M. 371 03/08/2020 del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, che destina 7,5 milioni di Euro agli enti fiera e agli organizzatori.

L’avviso è rivolto agli Enti Fiera e ai soggetti con codice ATECO principale 82.30.00 e ai soggetti erogatori di servizi di logistica e trasporto e di allestimenti che abbiano una quota superiore al 50% del fatturato derivante da attività riguardanti fiere e congressi.

Le istanze per l’accesso al fondo dovranno essere presentate mediante procedura automatizzata, compilando il format disponibile nello sportello telematico appositamente predisposto, raggiungibile all’indirizzo: https://sportelloincentivi.beniculturali.it.

Uno sportello telematico sarà accessibile dal 26 ottobre 2020 (ore 10:00) per una durata di 15 giorni consecutivi fino al 9 novembre 2020 (ore 17:00).

E’ previsto un servizio di assistenza all’utente per la compilazione delle richieste dalla data di apertura dello sportello telematico (26.10.2020), i cui contatti saranno si disponibili sui siti web www.beniculturali.it. e www.turismo.beniculturali.it dal 23 ottobre 2020.


17/09/2020

INCOMING OPERATORI ESTERI: LE INDICAZIONI DELLA FARNESINA

In tema di incoming di operatori esteri (espositori, buyer, ….) alle manifestazioni internazionali, la Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha definito l’iter procedurale per la richiesta e l’ottenimento delle relativa autorizzazione, come previsto dal DPCM del 7 settembre sottoriportato, confermando i riferimenti sia del MAECI stesso (DGSP-XIV) sia del Ministero della Salute- Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria, al quale competono l’esame delle richieste e il rilascio della nota autorizzativa.

Per maggior informazioni, gli espositori possono contattare le segreterie organizzative delle rispettive manifestazione, mentre gli organizzatori possono scrivere a international@aefi.it


07/09/2020

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19”

Il presente decreto conferma fino al 7 ottobre 2020 quanto già contenuto nel DPCM 7 agosto 2020, con una importante innovazione per il settore riguardante le manifestazioni internazionali: all’art.6 “sorveglianza sanitaria e ingresso nel territorio nazionale” comma 6 dopo la lettera d) è aggiunto

“d-bis) Agli ingressi per ragioni non differibili , inclusa la partecipazione a manifestazioni sportive e fieristiche di livello internazionale, previa autorizzazione del Ministero della salute e con obbligo di presentare al vettore all’atto dell’imbarco, e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli, l’attestazione di essersi sottoposti, nelle 72 ore precedenti all’ingresso nel territorio nazionale, ad un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo”.


07/08/2020

Dal 1 settembre riparte il sistema fieristico italiano, lo sancisce il DPCM del 7 agosto

I padiglioni e tutti gli spazi fieristici riapriranno a breve.

Un intenso lavoro su calendari, strutture, logistica e modalità di accoglienza continueranno a rendere l’esporre o il visitare una fiera altrettanto efficace, piacevole e sicuro.

Parecchie le novità infatti per espositori e visitatori, molte da scoprire sul posto oppure consultando i siti delle singole manifestazioni, alcune da conoscere sin d’ora.


29/07/2020

Finanziamento agevolato SIMEST per la partecipazione alle fiere internazionali in Italia

Tra le novità dedicate agli espositori italiani, l’estensione del finanziamento SIMEST a tasso agevolato anche alla partecipazione alle fiere internazionali che si svolgono in Italia.

Si tratta di una misura fortemente sollecitata da AEFI e rappresenta un primo passo affinché le fiere italiane abbiamo almeno le stesse agevolazioni di quelle estere; inoltre, e soprattutto in questo periodo, essa costituisce un nuovo concreto incoraggiamento agli espositori italiani.

Il finanziamento propone condizioni particolarmente vantaggiose, tra cui:

il tasso agevolato SIMEST (ora vicino allo 0%)

  • la possibilità di ottenere fino al 50% del finanziamento a fondo perduto

l’importo massimo finanziabile pari a Euro 150.000 per iniziativa

la copertura che può arrivare fino al 100% delle spese preventivate per area espositiva, logistica, promozionale e consulenze connesse alla partecipazione a fiere e mostre

  • la durata di 4 anni di cui il primo di preammortamento.

Inoltre:

  • la domanda di finanziamento, che deve riguardare una sola iniziativa, può essere ripetuta per altre, perché siano rispettati i limiti massimi di affidamento previsti
  • il finanziamento può essere attivato anche in abbinamento alle misure previste da Istituzioni locali (Regioni, CCIAA,…) per eventuali spese non contemplate da queste ultime ma rientranti invece nell’offerta SIMEST

Il finanziamento può essere richiesto dal 6 agosto, esclusivamente online attraverso il portale SIMEST (www.sacesimest.it ), che vi raccomandiamo di consultare anche per conoscere tutti i dettagli e le condizioni, in particolare segnaliamo la pagina al link https://www.simest.it/partecipazione-a-fiere-e-mostre?_ga=2.98225180.2065285115.1594365346-997273504.1585236311 , che raccoglierà anche eventuali circolari esplicative e approfondimenti.

Nell’intento di agevolare le fiere e tutte le organizzazioni che intendessero promuovere l’opportunità presso le PMI espositrici italiane, AEFI ha predisposto un visual di sintetica e immediata comunicazione, che può essere riportato sui propri siti o nella documentazione fisica e digitale.

Si ricorda che la competenza per  l’attribuzione di qualifica di fiera nazionale ed internazionale è delle singole Regioni e delle Province Autonome di Trento e Bolzano. Le fiere qui riportate fanno riferimento a tali calendari, aggiornati nella tempistica secondo le richieste che ci pervengono dagli organizzatori a seguito di documentata segnalazione alle Regioni  di competenza.  


01/05/2020

Protocollo AEFI di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nelle manifestazioni e negli eventi fieristici

Frutto del lavoro congiunto delle Commissioni Tecnica e Giuridica di AEFI, è un articolato documento predisposto da un pool di professionisti che, oltre ad avere competenze giuridiche e in materia di salute e sicurezza, conoscono perfettamente il settore e tutti i processi organizzativi.

Esso tiene in considerazione tutti gli elementi strutturali che connotano il settore e ottempera alla normativa nazionale in tema di emergenza pandemica Covid-19.

Il Protocollo prevede provvedimenti di natura igienico-sanitaria e comportamentale e contiene misure che seguono la logica della precauzione ed attuano le prescrizioni del legislatore e le indicazioni dell’Autorità sanitaria: dal distanziamento sociale, all’informazione e al corretto utilizzo dei DPI, dalle procedure di controllo sanitario agli ingressi, alla corretta pulizia e sanificazione della sede in cui si svolge la manifestazione, prima durante e al termine di ogni evento, fino al piano di emergenza sanitaria Covid19 che prevede anche la predisposizione di adeguati locali ed il presidio medico presente in fiera.

La Conferenza delle Regioni l’ha utilizzato per la definizione delle linee guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative che sono state poi allegate al DPCM dell’11 giugno 2020 e che potranno essere implementate dalle singole Regioni.
Il Protocollo di AEFI è stato inoltre recepito dal Comitato Tecnico Scientifico del Dipartimento della Protezione Civile.

Consulta il calendario aggiornato e scegli le fiere che più ti interessano

Per qualsiasi maggiore informazione scrivi a: info@aefi.it

Newsletter

ultimi tweet